0 Shares 20 Views
00:00:00
12 Dec

Krokodil, la droga che mangia la carne

LaRedazione
29 settembre 2013
20 Views

Krokodil è la droga che mangia la carne di chi la assume: in queste ore sono stati postati su Internet alcuni video terrificanti, le cui immagini dimostrano in maniera tremendamente rivoltante quali possono essere gli effetti prodotti da questa sostanza.

Riproposte dalla versione online del Daily Mail, le immagini mostrano alcune persone tossico-dipendenti che hanno assunto il Krokodil: il nome della droga deriva dal fatto che, dopo averla consumata, la pelle diventa molto simile a quella di un rettile. Questo tipo di sostanza si è diffusa qualche anno fa tra le fasce più povere della popolazione russa, e sembra essere giunta in Arizona, negli Stati Uniti, da qualche settimana.

In America c’è già chi paventa l’inizio di una moda tanto pericolosa quanto stupida, che potrebbe deturpare centinaia di persone. Il Krokodil può essere preparato facilmente in casa, e si caratterizza per il fatto di costare tre volte meno dell’eroina.

Si compone, in pratica, di una miscela di olio e benzina che viene iniettata in vena. Alcuni centri anti-veleni statunitensi hanno segnalato i primi casi: le vittime del Krokodil presentano la pelle a brandelli. Il motivo è presto detto: l’utilizzo della droga causa l’esplosione dei vasi sanguigni; di conseguenza la pelle appare squamosa e verde, e nel giro di poco tempo inizia la cancrena. La carne, così, comincia a marcire.

L’utilizzo del Krokodil, secondo quanto riferito dalla stampa, in Russia ha provocato oltre due milioni di vittime: anche chi riesce a disintossicarsi e a salvarsi la vita, infatti, resta comunque sfigurato per sempre.

Oltre alle orribili cicatrici, comunque, i danni si materializzano sotto forma di difficoltà nel parlare e danni al cervello. Il nome medico del Krokodil è desomorfina, e dal punto di vista pratico ha gli stessi effetti dell’eroina sulla mente. Si è diffuso soprattutto nell’Estremo Oriente della Russia e in Siberia: si calcola che in Russia negli ultimi cinque anni il suo uso sia triplicato.

Oltre alla benzina, nella droga sono presenti anche diluenti, codeina, fosforo rosso (si può trovare facilmente raschiandolo dai fiammiferi) e acido cloridrico. Solo nel 2011, sono state oltre sessanta milioni le dosi confiscate dalla Federal Drug Control Service di Mosca.
In Russia è molto facile realizzare il Krokodil anche perché la codeina, le cui compresse in Italia possono essere acquistate solo essendo dotati di ricetta medica, è a disposizione di tutti e viene venduta anche in assenza di prescrizione medica, come un semplice analgesico per le cefalee.

Vi consigliamo anche