0 Shares 11 Views
00:00:00
15 Dec

Le cause della caduta dei capelli stagionale o per stress

dgmag - 23 settembre 2010
23 settembre 2010
11 Views

In autunno secondo la tradizione popolare la caduta dei capelli è un fenomeno che si lega strettamente alla maturazione delle castagne e, se anche non ci credete, siamo certi che le vostre nonne e le vostre mamme hanno fatto del tutto pur di inculcarvi nella testa questa idea.

In realtà la caduta dei capelli è un problema da non sottovalutare in quanto rischia, se trascurato, di causare disagi e di essere difficile da risolvere se non si trova un rimedio adeguato.

Il capello ha un ciclo di vita di tre mesi durante i quali nasce (fase anagen), cresce (fase catagen) e poi muore (fase telogen) e in una situazione normale dovrebbero cadere dai 30.000 a 100.000 capelli in media al giorno che però non procurerebbero danni in quanto immediatamente soppiantati da nuovi capelli.

La caduta stagionale dei capelli si ha soprattutto nei periodi aprile-maggio e settembre-novembre a causa del fatto che subentrano nuovi orari e l’intero corpo si sincronizza sulle ore di luce/buio definendo a livello ormonale uno squilibrio che si manifesta con la caduta dei capelli; in questo caso si può pensare di minimizzare il problema ricorrendo a cure d’urto da effettuarsi in questo periodi dell’anno per rinforzare il cuoio capelluto.

A far cadere i capelli è anche lo stress dovuto a condizioni personali o lavorative difficili per cui in questo caso è bene prevedere un trattamento d’urto che agisce sull’effetto (la caduta dei capelli) ma anche un trattamento euilibratore dello stato psico-fisico che agisce sulla causa (lo stress).

Se a causare la caduta dei capelli è l’assunzione di farmaci è bene utilizzare dei prodotti nutrienti e rinforzanti da applicare sia a livello locale che da assumere sotto forma di compresse o gocce.

Anche l’alimentazione viene incontro nel prevenire e curare la caduta dei capelli per cui per favorire la crescita dei capelli è bene assumere uova, latticini, frutta secca, latticini, fegato, legumi, frutti di mare, vegetali verdi, latticini e molluschi mentre per mantenere sani i capelli si consiglia l’assunzione di cibi contenenti vitamina A, vitamina B e vitamina C.

Esistono anche casi più gravi di caduta di capelli non legati alle stagioni e identificati con il nome di alopecia androgenetica che richiedono però una trattazione a parte.

Loading...

Vi consigliamo anche