0 Shares 7 Views
00:00:00
11 Dec

I pistacchi aiutano a prevenire il diabete

LaRedazione
22 novembre 2013
7 Views

Lo avreste mai immaginato? Oltre ad essere buoni, i pistacchi sono un alimento capace di contrastare l’insorgenza del diabete di tipo 2. Ad illustrarne i benefici in questo senso sono stati gli studiosi dell’ “International Congress Of Nutrition” di Granada, che hanno ufficialmente presentato gli esiti delle ricerche compiute in collaborazione con l’ “International Nut and Dried Fruit Council”.

La capacità dei pistacchi di prevenire efficacemente il diabete è dovuta al loro altissimo contenuto di grassi e sostanze nutritive in grado di assicurare la protezione ed il buon funzionamento dell’apparato cardio-vascolare. In particolare, la presenza di fibre all’interno dei pistacchi ha il potere di regolare la “glicemia post-prandiale” e di migliorare i lipidi ematici.

Essendo poi un alimento completamente vegetale, i pistacchi sono privi di colesterolo al 100% e la loro assunzione non causa alcun aumento di peso. Ricchi di potassio, questi preziosi frutti sono anche un concentrato di energia che potenzia le difese immunitarie ed aiuta ad alleviare lo stimolo della fame fra un pasto e l’altro.

Sono, quindi, una sana e gustosa alternativa ai soliti snack fuori pasto, con l’ulteriore vantaggio di poter essere consumati anche da chi segue un regime alimentare dietetico; anzi, gli esperti della nutrizione sono soliti raccomandare l’assunzione di pistacchi a chi soffre di obesità. Insieme a mandorle, noci, nocciole e a tutta la frutta secca in genere, i pistacchi sono ultimamente sotto la lente d’ingrandimento di medici, scienziati e nutrizionisti.

Dopo attenti e accurati studi, questi esperti della salute e della nutrizione hanno dimostrato che integrare la dieta quotidiana con una certa quantità di “frutta a guscio” ha l’effetto di proteggere l’organismo dalle patologie cardio-vascolari, in particolare infarti, arteriosclerosi e ictus; i rischi di contrarre malattie di questo tipo diminuiscono addirittura del 30% nei soggetti che consumano regolarmente pistacchi, mandorle e altra frutta a guscio.

Riguardo al diabete di tipo 2, le recenti scoperte sulle proprietà benefiche del pistacchio sono ancora allo stadio iniziale, ma stanno notevolmente progredendo verso ulteriori approfondimenti.

 

Vi consigliamo anche