0 Shares 13 Views
00:00:00
14 Dec

Protezione solare in gravidanza, come e quale scegliere

26 giugno 2012
13 Views

Chi sta affrontando il periodo della gravidanza non è detto debba astenersi dall'esporsi al sole ma deve farlo usando una protezione solare adeguata in modo da evitare rischi di qualunque tipo, a sè stessa e al feto, e seguendo delle regole generali che valgono ancora di più in gravidanza.

Per prima cosa è bene ricordare che è vero che in gravidanza, per via dello squilibrio ormonale, si produce più melanina ma è anche vero che la produzione è "a macchie" per cui su alcune zone del corpo ci si scurisce più facilmente e su altre si resta chiari o comunque non si raggiungono le stesse colorazioni: il viso è la parte del corpo più a rischio e si rischia, se non si sta attente, di ritrovarsi con il melasma o cloasma gravidico ovvero una parte del volto più scura di un'altra.

Inoltre è bene sempre esporsi al sole gradualmente evitando le ore più calde e in generale evitando di restare ferme sotto i raggi solari ma preferendo passeggiate con i piedi a contatto con l'acqua in modo da non avere problemi di calore eccessivo.

Il fattore di protezione solare in gravidanza non è lo stesso che si usa quando non si è incinte ma deve essere molto alto anche se si ha la pelle scura: si deve necessariamente partire con un filtro molto alto e diminuirlo gradualmente senza mai eliminarlo per evitare qualsiasi problema e per fare in modo che la pelle sia comunque sempre idratata. Non vanno usati solari appositi ma solari a protezione alta senza mai scendere sotto la protezione 15 e ricordando sempre che alla crema solare va sempre abbinata una maschera idratante dopo il sole.

Oltre al fattore di protezione è bene idratarsi, bere e proteggersi da eventuali colpi di calore mentre coprire la pancia per stare in spiaggia non è necessario se ci si espone al sole durante le ore meno calde o comunque con cautela e senso.
 

Loading...

Vi consigliamo anche