0 Shares 26 Views
00:00:00
16 Dec

Ricostruzione unghie gel e muffe dell’unghia, come evitarle

dgmag - 18 gennaio 2011
18 gennaio 2011
26 Views

La ricostruzione delle unghie in gel non sembra proprio entrare in crisi e sono sempre più le donne che scelgono questo trattamento per avere mani sempre a posto e curate, spesso incuranti del fatto che se praticata male la ricostruzione può causare problemi e malattie di vario tipo.

Tra i problemi più importanti dovuti ad una ricostruzione delle unghie in gel non corretta il principale è certamente l’onicomicosi, una vera e propria infezione causata da funghi che si vanno ad insediare sopra o sotto l’unghia; si manifesta solitamente con la formazione di una patina marrone-verde che assomiglia ad una muffa ed è dovuta al fatto che nell’unghia penetra acqua che, per via della presenza del gel, non riesce ad evaporare e genera muffa.

L’unico modo per eliminare questo fungo è smontare la ricostruzione delle unghie e applicare un antimicotico locale sulla parte interessata.

La ricostruzione delle unghie in gel può anche portare ad una colorazione tendente al verde delle unghie dovuta al fatto che se le unghie vengono limate in maniera scorretta sotto l’unghia si formano dei batteri dovuti a sporco che si deposita nell’unghia; la colorazione verdastra, e dunque il proliferare di batteri, può essere eliminata smontando la ricostruzione delle unghie e disinfettando la parte interessata.

La prima cosa da fare quando si sceglie di sottoporsi alla ricostruzione delle unghie è assicurarsi che il centro estetico o l’operatore scelto siano attenti e scrupolosi per quel che riguarda il rispetto delle norme igieniche, anche le più basilari; dunque che i ferri del mestiere siano sterilizzati e utilizzati singolarmente e che vengano utilizzati prodotti di qualità e guanti.

Loading...

Vi consigliamo anche