0 Shares 12 Views
00:00:00
15 Dec

Rischi influenza A, gli italiani non hanno paura

dgmag - 30 ottobre 2009
30 ottobre 2009
12 Views

L’influenza A non fa paura agli italiani almeno a sentire l’indagine periodica del Monitor Biomedico realizzata negli ultimi mesi.

Al di là delle oscillazioni dei picchi di allarme, non sono preoccupati della pandemia soprattutto gli uomini (68,1%), i laureati (74,4%), i residenti del Nord-Ovest (66%) e del Nord-Est (74,5%).

Ad avere meno paura sono, inoltre, gli abitanti dei centri urbani più piccoli, fino a 10.000 abitanti (61,9%) e tra 10.000 e 30.000 abitanti (64,4%), e gli italiani più giovani (più del 65%).

Più del 37% di chi non ha paura dell’influenza A ritiene che i rischi siano gonfiati dai media mentre oltre il 24% è convinto che le tutele sanitarie italiane siano adeguate per evitare il diffondersi della pandemia.

Critici verso l’allarmismo sono gli uomini (42,7%), i soggetti con un titolo di studio più elevato (il 44,4% dei diplomati e il 41,2% dei laureati), gli abitanti del Nord-Ovest (43%) e del Centro (38,9%), i giovani dai 18 ai 29 anni (49,5%), coloro che hanno un livello di reddito alto o medio-alto (42%) e le famiglie monogenitoriali (42,9%).

Più fiduciosi nelle tutele previste dalla sanità italiana sono i residenti del Nord-Est (41,2%) mentre è tra i residenti del Sud (quasi il 49%) e quelli del Centro (40%) che si regista una quota più alta di persone che dichiarano di avere paura dei rischi di pandemia legati all’influenza A.

Sono più spaventati gli anziani (47,1%) e le donne (45%), ma anche i soggetti meno scolarizzati, con al massimo la licenza elementare (51,5%), gli abitanti dei centri urbani più grandi (41,4%), quelli che hanno entrate economiche più basse (quasi il 60%) e le coppie senza figli (44,2%).

Loading...

Vi consigliamo anche