0 Shares 8 Views
00:00:00
12 Dec

Salute: i consigli per una sana abbronzatura

Gianfranco Mingione
17 giugno 2013
8 Views

A A Abbronzatissima, sotto i raggi del sole, a due passi dal mare… Come recita la canzone di Edoardo Vianello, dai tumultuosi anni sessanta, agli italiani non dispiace bagnarsi col sole e sotto il sole. Uomini e donne, già dai primi caldi primaverili, tentano l’abbronzatura perfetta: “La tintarella è il sospirato obiettivo di ben 4 italiani su 10 che, con l’arrivo del caldo, si espongono al sole per far assumere il colore ambrato alla pelle, con una prevalenza delle donne (53 per cento) e dei piu’ giovani tra i 18 e 24 anni (66 per cento)” (fonte: Coldiretti).

Consigli per una sana abbronzatura. Il sole carica, fa volare l’umore ma, attenzione, può essere anche pericoloso per la nostra salute. Eppure basta seguire poche e semplici regole, per ottenere una sana abbronzatura e non mettere a rischio la propria pelle. Oltre all’utilizzo fondamentale per tutti di creme protettive e idratanti durante, e dopo l’esposizione al sole, è importante non esporsi nelle ore più calde (tra le 12 e le 16), seguire un’alimentazione ricca di vitamina A, che stimola la produzione della melanina, il pigmento che dona un colore scuro alla pelle. Sempre la Coldiretti stila una classifica dei cibi “abbronzanti”. Alle prime posizioni troviamo carote, radicchi, spinaci, albicocche ma fanno bene anche insalate, cicoria, lattughe, meloni, sedano, peperoni, pomodori, pesche gialle, cocomeri, fragole e ciliege. Tutti cibi che possiedono elevati contenuti di vitamina A o caroteni. Di seguito la top ten della Coldiretti:

LA TOP TEN DELLA TINTARELLA DELLA SALUTE – Vitamina A (*)

  1. Carote – 1200
  2. Radicchi – 500-600
  3. Albicocche – 350-500
  4. Cicorie e lattughe – 220-260
  5. Meloni gialli – 200
  6. Sedano – 200
  7. Peperoni – 100-150
  8. Pomodori – 50-100
  9. Pesche – 100
  10. Cocomeri e ciliegie – 20-40

(*) in microgrammi di Vitamina A o in quantità equivalenti di caroteni per 100 grammi di parte edibile

Non serve quindi stressare la pelle sotto il sole, soprattutto durante le ore più calde, rischiando di correre seri rischi per la propria salute. Il miglior metodo, come in tutte le cose, sta nella moderazione: esporsi nei giusti tempi e aiutarsi con una sana alimentazione. Per risvegliarsi abbronzatissimi!

Gianfranco Mingione

Vi consigliamo anche