0 Shares 13 Views
00:00:00
17 Dec

Sclerosi multipla e CCSVI, tutte le novità

dgmag - 2 dicembre 2010
2 dicembre 2010
13 Views

Continua la diatriba per la verifica del legame esistente tra sclerosi multipla e CCSVI che, portata alla luce da Le Iene qualche mese fa e denominata più semplicemente metodo Zamboni, è il vero banco di prova su cui istituzioni, associazioni e medici si stanno confrontando in questi giorni.

Le ultimissime notizie in questo senso arrivano direttamente dal ministro della Salute Ferruccio Fazio che interpellato sullo stato della ricerca ha dichiarato che pur non avendo ottenuto una valutazione concreta sul legame tra le due sindromi è stato nominato un gruppo di esperti chiamato ad indivisuare i modi migliori per individuare il possibile legame tra l’insufficienza venosa cerebro-spinale -cronica (Ccsvi) e la sclerosi multipla.

In base a ciò Fazio ha dichiarato anche che il trattamento per la correzione dell’insufficienza endovascolare della Ccsvi in pazienti con la sclerosi multipla può continuare solo presso appositi centri regionali accreditati e in grado di trattare le varie patologie vascolari conosciute.

Lo scopo è verificare che esista davvero una correlazione tra le due malattie e che grazie all’intervento di ostruzione si giunga davvero ad un’attenuazione del problema senza dare adito a speculazioni non necessarie.

Qui trovate l’elenco dei centri presso i quali ottenere la diagnosi di Ccsvi ed eventualmente sottoporsi all’intervento di liberazione della vena giugulare; su LeiWeb un interessante approfondimento sulla sclerosi e la CCSVI curato da OK La salute prima di tutto di Rcs Periodici.

Loading...

Vi consigliamo anche