0 Shares 10 Views
00:00:00
11 Dec

Smartphone e tablet provocano dolori al collo dei bambini

LaRedazione
23 novembre 2013
10 Views
bimbi dolori al collo

Secondo uno studio condotto da una equipe di medici raggruppati nell’Abertawe Bro Morgannwg University, gli smartphone e i tablet sarebbero molto pericolosi per le articolazioni dei più piccoli, soprattutto in caso di uso troppo prolungato.

Se già in molti ritenevano pericoloso e sbagliato l’uso dei dispositivi in proposito da parte dei bambini, lo studio dell’ABMU sembra destinato a rafforzare in maniera molto sensibile questo orientamento. In base al report, infatti, i bambini abituati ad usare in maniera intensiva le nuove tecnologie sarebbero maggiormente soggetti, rispetto agli altri, verso i dolori nelle zone della schiena e del collo.

Basti pensare che nel corso degli ultimi sei mesi presi in considerazione dal report, si è praticamente raddoppiato il numero dei piccoli che sono stati costretti a sottoporsi alle cure, dopo aver cominciato ad avvertire questo tipo di dolori. Inoltre, un questionario compilato da 204 bambini e ragazzi con una età compresa tra i sette e i quattordici anni, ha visto emergere un dato preoccupante: ben il 64% di essi soffrirebbe infatti di mal di collo e dolori alla schiena.

La presenza di tali fastidi sarebbe dovuta in particolare ad uno stile di vita troppo sedentario dei bambini, i quali troppo presi dall’uso dei dispositivi di ultima generazione, sarebbero di converso poco inclini a muoversi, rinunciando ad una attività benefica non solo per le articolazioni, ma anche per lo stato di salute. Se in passato sono stati in molti a sostenere con forza che l’uso di smartphone e tablet può essere un vantaggio arrivando a stimolare la curiosità dei più piccoli, diventando perciò un ausilio per la loro crescita, anche grazie alla semplicità d’uso, oggi ci si accorge che questi dispositivi si stanno trasformando in un’arma a doppio taglio.

Le ore passate con i telefonini, stanno cioè diventando estremamente dannose per i più piccoli, sottraendo ore preziose alle attività ricreative provocando un danno che si aggiunge a quelli già segnalati da studi elaborati in precedenza, nei quali erano stati segnalarti i gravi pericoli di una diffusione delle forme di dipendenza verso questi dispositivi, anche nelle fasce più giovani.

Naturalmente, sono in molti a sperare che la diffusione di questo rapporto, e i quesiti che esso pone, spinga finalmente i genitori a mettere delle regole riguardo all’utilizzo eccessivo di smartphone e tablet, consigliando ai loro piccoli, di tornare a vecchie abitudini, come quella per esempio di riscoprire il contatto con la natura, animali e gli spazi aperti.

Vi consigliamo anche