0 Shares 16 Views
00:00:00
13 Dec

Spopola la dieta 5:2, ma funziona davvero?

LaRedazione
8 settembre 2013
16 Views

Il web impazza di notizie su una nuova dieta realizzata dal dottor Michael Mosley la 5:2, ma in molti si stanno domandando se la dieta in questione è efficace o addirittura potrebbe avere degli effetti deleteri per il nostro organismo.

Il suo ideatore che ha lavorato presso il Royal Free Hospital di Londra e che attualmente lavora come giornalista di Salute e Benessere, assicura che la 5:2 è una dieta strabiliante se eseguita correttamente.
Il dottore l’ha testata sulla sua stessa persona digiunando a giorni alterni e dopo un’intervista rilasciata alla famosa BBC, non si parla d’altro.

La dieta del dottor Mosley prevede un apporto di 500 calorie per le donne e di 600 per gli uomini da apportare all’organismo per soli due giorni.
Come spiega lo stesso dottor Mosley, dopo questi due giorni di “quasi digiuno”, si può mangiare regolarmente senza crearsi scrupoli per il resto della settimana, ovvero gli altri 5 giorni.
Da questo modo di alimentarsi nasce la dieta che prende il nome di 5:2.

Naturalmente in molti si sono domandati se questo tipo di dieta possa nuocere all’organismo.
Per ora gli scienziati danno ragione al dottor Mosley perché secondo il loro rispettabile parere, questa bizzarra dieta che comporta un digiuno di soli due giorni, può addirittura portare effetti benefici all’organismo.
Gli studiosi ritengono che il digiuno alimentare specialmente se effettuato su persone obese, apporta esclusivamente un aspetto estremamente salutare per il fisico.

Il dottor Mosley che ha seguito la dieta per sole cinque settimane, è riuscito ad ottenere dei risultati sorprendenti infatti ha suddiviso le sue 600 calorie in due pasti che comprendevano uova e prosciutto la mattina a colazione e pesce al vapore per cena ed ha perso la bellezza del 25% del suo peso corporeo!
La cosa strabiliante è che dopo questo regime alimentare le sue analisi del sangue sono notevolmente migliorate ed il colesterolo ed il glucosio, sono risultati a livelli normalissimi.

Ma mentre alcuni scienziati sono a favore di questa dieta, non sono mancate le critiche perché molti studiosi ritengono che diete alimentari di questo genere, debbano essere effettuate sotto il diretto controllo di Equipe mediche specializzate in scienza dell’alimentazione.
I medici che sono contro questa dieta 5:2,inoltre, non sono convinti sull’apporto di acqua che l’organismo dovrebbe ricevere nei due giorni di digiuno infatti, pensano che i liquidi siano pochi e l’organismo potrebbe risentire di disturbi digestivi.

Da una parte quindi, alcuni studiosi ritengono che la 5:2 sia ottima per prevenire l’Alzheimer, il cancro, il diabete e le malattie cardiovascolari mentre dall’altra , i medici che non sono a favore della 5:2 pensano ad eventuali disturbi alimentari del paziente.
A questo punto la scelta diventa personale e forse, conviene aspettare ancora qualche mese per vedere quali saranno i risvolti e poi valutare con ponderazione se seguire o meno questo regime alimentare alquanto strano.

Vi consigliamo anche