0 Shares 14 Views
00:00:00
13 Dec

LinkedIn: con InMaps prende forma la rete dei contatti

Michela Fiori
12 febbraio 2014
14 Views
linkedin maps

LinkedIn ha deciso di dare forma ai nostri contatti tramite un grafico dal nome InMaps. Colleghi, ex compagni di studio, collaboratori e conoscenti verranno immortalati in un’immagine che ci restituirà cristallizzata la mappa delle nostre connessioni professionali. Ogni nuvola di contatti è caratterizzata da un proprio colore ed è identificabile tramite un’etichetta specifica scelta dal proprietario del profilo Linkedin. Il nome del cluster sarà trasferito in automatico a ogni successiva edizione della mappa. Grazie a InMaps è possibile dunque tracciare la propria storia professionale e vedere le persone più influenti, i soggetti ponte tra i vari gruppi e la nostra posizione all’interno dei vari cluster.

“La visualizzazione grafica del proprio profilo può assumere diverse forme“ afferma Francesca Parviero, esperta di Risorse Umane e Fondatrice di LinkBeat, Offical LinkedIn EMEA Talent Partner. “Meno saranno connessi tra loro i gruppi di cui facciamo parte, più distinti saranno i cluster. È un modo per osservare non solo dove siamo posizionati noi rispetto alla nostra rete, ma analizzare anche quali sono le persone connesse tra loro. Ti accorgi di avere ancora qualcosa in più in comune con persone con cui sei in contatto, il che può generare anche nuovi argomenti di discussione”.

InMaps è condivisibile su Facebook e Twitter. Facendo uno screenshot e ripetendo l’operazione nel tempo è possibile analizzare i cambiamenti nella nostra rete.

“Rifare a distanza di tempo la mappa – spiega la Parviero – ci fa vedere come cresce e cambia il nostro network professionale, ci permette di verificare connessioni presenti fra le nostre connessioni di primo livello, ci suggerisce chi potremmo presentare e a chi per potenziare la rete di contatti e creare delle opportunità“.

 

 

Vi consigliamo anche