0 Shares 19 Views
00:00:00
13 Dec

Partorisce in diretta su Facebook e le foto spopolano sul web

LaRedazione
10 gennaio 2014
19 Views
parto diretta facebook Ruth Fowler

 

Ruth Iorio è una blogger americana e la sua peculiarità sta nell’aver partorito in diretta su Facebook (e Twitter) condividendo le foto dell’evento in tempo reale: inutile dire che, in breve, queste ultime hanno acquisito un che di virale e, seppur censurate dal network di Mark Zuckerberg, si sono diffuse in ogni angolo del web.

Tutto è iniziato poco prima di Natale. A partire da quel momento, Ruth ha aggiornato il suo status sia su Facebook che su Twitter raccontando le varie fasi della sua esperienza non per esibizionismo ma per mostrare alle altre potenziali madri l’unicità di un’esperienza quale quella del parto naturale tra le mura domestiche.

La blogger ha cominciato con dei normali “selfie” davanti allo specchio, per monitorare il corretto sviluppo del pancione e per mostrare la bellezza femminile in dolce attesa. Si è proseguito con i consueti esercizi per facilitare il parto e si è arrivati, sempre con tanto di foto, agli ultimi momenti in cui le si sono rotte le acque e sono iniziate le prime contrazioni.

Dopo ben dodici ore di travaglio (con colorite espressioni su quanto “facesse male”), sua figlia Nye Soledad è nata, con un peso di 3 kg, alle ore 9.04 del 26 Dicembre e le è stata consegnata tra le braccia per una prima, dolce, cullata materna. In seguito entrambe – comunque in buona salute – sono state portate in ospedale per le cure del caso (la placenta che avvolgeva Nye non era stata espulsa del tutto).

Le foto che hanno accompagnato quest’evento sono state censurate da Facebook per violazione delle norme “comunitarie” in seguito a qualche segnalazione sulla “crudezza” delle medesime. Ciò nonostante Ruth, senza demoralizzarsi, ha continuato a fare la cronaca documentata del suo parto su Twitter (nickname “@fowlerruth” e hashtag #ruthshomebirthl) e sul social grafico per eccellenza, Instagram, dove ha definito la sua esperienza “unica”, indipendentemente dal fatto che risultasse gradevole o sgradevole.

Attualmente la neo-mamma, dopo l’esordio con censura su Facebook, sta continuando in diretta il suo “reportage” di vita vissuta con foto che, se da una parte, documentano le prime coccole alla sua piccola e i suoi esercizi di riabilitazione post parto, d’altro canto non mancheranno, come le prime in cui ha partorito, di spopolare in giro per il web.

 

Vi consigliamo anche