Aggiornamento sciopero treni Ottobre-Novembre 2015: le date degli stop Trenitalia, Italo e Trenord

Il 24 e 25 ottobre saranno due giornate da bollino rosso per i viaggiatori e i pendolari ferroviari che utilizzano Trenitalia, Trenord e Italo NTV. Tutte le date e gli orari nell'articolo

Ottobre ancora non si è ancora chiuso che ecco pronto un nuovo aggiornamento degli scioperi previsti da oggi a novembre. Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha pubblicato il calendario delle agitazioni nel settore dei trasporti ferroviari in programma per il mese di ottobre e novembre. A rischio le corse dei treni gestiti da Trenitalia, Italo NTV, Trenord a Milano e provincia.

Giovedì 22 ottobre nuovo sciopero ma stavolta di 24 ore. A fermarsi il personale della divisione cargo di Trenitalia indetto da CAT. La protesta inizierà alle ore 21.00 di giovedì e si concluderà alla stessa ora di venerdì.

Sabato 24 e domenica 25 ottobre sciopero del comparto ferroviario indetto dai sindacati CAT, CUB e USB. La protesta di 24 ore avrà inizio alle ore 21 di sabato e terminerà alla stessa ora di domenica. Per quanto riguarda le diverse sigle, CUT coinvolgerà il personale del Gruppo FSI e della società Trenord e USB Lavoro Privato, CUB Trasporti includerà anche il personale di Italo NTV. Per sapere quali tratte sono maggiormente a rischio è possibile consultare il sito di Trenitalia.

Scioperi mese novembre:

Venerdì 6 novembre sciopero di Trenord indetto da FILT-CIGL, UILT-UIL, FAST, UGL e FAISA-CISAL. Lo stop interesserà la città di Milano e la Lombardia e avrà inizio alle ore 9 per terminare alle ore 17.

Giovedì 12 e venerdì 13 novembre nuova agitazione ma in Piemonte, dove a protestare sarà il personale di Trenitalia per 24 ore, dalle ore 21 di giovedì alla stessa ora di venerdì.

Il 12 Novembre si riparte con lo sciopero di 24 ore della divisione passeggeri in Piemonte con inizio alle ore 21.00 di giovedì e termine alla stessa ora di venerdì (Trenitalia).

Si chiude il 13 novembre in Toscana, per ora, con lo stop di RFI di otto ore, dalle ore 9 alle ore 17. La protesta è indetta da FILT-CIGL, FIT-CISL e UILT-UIL.

(Immagine: www.blitzquotidiano.it)