Bolletta della luce, addio ai conguagli con i nuovi contatori: ecco cosa cambia

Arrivano i nuovi contatori 2.0 grazie ai quali si potranno tenere sotto controllo i consumi con una precisione al quarto d’ora

Conguagli addio con i contatori di seconda generazione. L’Autorità per l’Energia ha presentato le funzionalità annesse ai nuovi contatori digitali 2.0, attraverso i quali, le bollette dell’energia elettrica saranno fatturate sui consumi reali e non più sulle stime. I consumi saranno dettagliati al quarto d’ora e le procedure di cambio fornitura e voltura saranno più veloci di quelle attuali.

Si supereranno anche le attuali fasce orarie predefinite e sarà possibile aderire ad offerte con fasce più flessibili o a soluzioni prepagate. Un evoluzione tecnologica dei sistemi di rilevazione dei consumi che permetterà ai clienti di verificare in qualsiasi momento i propri consumi e decidere se intervenire o meno per ridurli.

I nuovi contatori digitali sostituiranno gradualmente quelli elettronici, installati dal 2001 in poi, il cui ciclo di vita termina proprio dopo quindi anni. I contatori digitali possono leggere il consumo dell’energia elettrica ogni quarto d’ora e rilevare in maniera continua la potenza, così da fornire la situazione di consumo di ogni cliente. I dati relativi al consumo quotidiano di energia potranno essere visualizzati sul display del contatore o essere trasferiti a dispositivi esterni.

La lettura dei dati potrà avvenire attraverso la rete elettrica Power Line Carrier o in radiofrequenza e sarà possibile così leggere tutti i registri e aggiornare il sistema di funzionamento del contatore in relazione agli accordi contrattuali pattuiti tra il cliente e il venditore di energia elettrica. Quest’ultimo avrà anche un canale di comunicazione diretto con il proprio cliente per trasmettere i dati ad un dispositivo che si potrà installare nella abitazione del cliente.

(Immagine: www.guideitech.com)