Bonus 500 euro per i 18enni, le modalità in un’app

Gestione diretta del credito tramite un'app e accesso ad una selezione di spettacoli dal vivo: ecco le novità del bonus per neo-maggiorenni

L’iniziativa del bonus da 500 euro per i 18enni sarà presto una realtà.

La manovra, partita fra migliaia di consultazioni e segnalazioni anche grazie all’hashtag #Matteorisponde, permetterà formalmente a chi è nato nel 1998 di poter avere dallo Stato l’importo del bonus, utile a coprire le spese sostenute per partecipare ad eventi culturali di vario tipo. In aggiunta ad altre operazioni del Governo a sostegno del mondo della cultura e dell’Istruzione, il voucher darà così la necessaria copertura – in particolare – per ingressi a spettacoli dal vivo.

Concerti, esibizioni, performance, spettacoli presso cinema, teatri, strutture museali e quanto può variegare un’offerta culturale utile ad un target, insomma, che seleziona sempre con attenzione l’intrattenimento live anche da condividere poi sui social, istantaneamente.

Un’operazione che dovrebbe essere disponibile tecnicamente già a fine agosto con un’app dedicata (seppur non ancora promossa) per smartphone o tablet messa a punto dal Governo (e attiva per l’uso dal 1° settembre), grazie alla quale i diciottenni – ma si sta studiando l’estensione del bonus anche a chi è nato nel 1999 – potrebbero scegliere fra le attività culturali selezionate e convenzionate comprese nel bonus, gestire il loro credito e scalare man mano gli importi degli ingressi acquistati.

La prospettiva per il Governo, se il primo bilancio della manovra a fine 2016 lo permetterà, potrebbe essere quella di ripetere l’iniziativa anche per i prossimi anni nonostante per questa, intanto, si preveda una spesa pari a 288 milioni di euro (12 in meno di quelli inizialmente stanziati).

[Foto: Gildavenezia.it]