Canone Rai, Assoelettrica lancia l’allarme: ecco cosa sta succedendo

Secondo Chicco Testa, presidente dell’Assoelettrica, si rischia di arrivare impreparati alla scadenza di luglio sulle bollette

Canone Rai, l’allarme di Assoelettrica. Il presidente dellAssociazione Nazionale delle Imprese Elettriche, Chicco Testa, affronta il tema del canone Rai ed esprime tutta la sua preoccupazione: “Siamo al 15 febbraio – scrive Testa in una nota –, ma le imprese del settore ancora non sanno come dovranno esigere il canone Rai che il Governo ha voluto inserire nelle bollette dell’energia elettrica”. L’Associazione riunisce circa 120 imprese operanti nel libero mercato che assicurano circa il 90 per cento dell’energia elettrica generata sul territorio nazionale.

Le aziende del settore brancolano ancora nel buio. Il presidente di Assoelettrica invita il governo a fare in fretta: “Il tempo stringe – ha scritto Testa –, siamo in ritardo, molti problemi ancora da risolvere. Le imprese – prosegue il presidente di Assoelettrica nella nota – devono predisporre i necessari sistemi informatici per emettere le nuove fatture modificate, bisogna incrociare le banche dati, occorre chiarire una lunga serie di problemi che ancora non sono stati sciolti, dalla questione dei ritardati pagamenti, alla morosità, dall’eventualità di un cambio di fornitore ai pagamenti parziali, dai reclami ai contratti non residenti”.

La Legge di Stabilità 2016, nel quale è introdotta la nuova misura di pagamento del canone Rai, prevedeva che entro il 14 febbraio si emanasse il decreto ministeriale con cui indicare i vari punti del provvedimento. Decreto che, ad oggi, non è ancora arrivato.

L’Assoelettrica, assieme ad Utilitalia, ha preparato un documento in cui sono evidenziati tutti i nodi da risolvere e lo ha inviato al ministero per lo Sviluppo Economico. Dal ministero hanno fatto sapere che a breve arriverà la loro risposta. C’è da augurarsi che il canone in bolletta non diventi uno dei tanti pasticci all’italiana e crei così non pochi problemi ai cittadini.

(Fonte:  www.assoelettrica.it)

(Immagine: www.tgcom24.mediaset.it)