Cibo scaduto ma ancora buono: a Copenaghen nasce catena WeFood

Consumi consapevoli: apre una catena di supermercati danese che vende merce ufficialmente scaduta ma ancora buona e si risparmia fino al 30%

Anche il cibo in vendita diventa low cost ma questa volta non parliamo di discount. Dietro ad una novità che si chiama WeFood c’è più che l’idea del risparmio. Lotta allo spreco, community ed attenzione alle risorse da preservare sono i must per chi passa dalle parole ai fatti.
we food cibo spreco scadenza

E’ nata così in Danimarca, a Copenaghen, l’idea di commercializzare gli stessi prodotti (di marca o meno) che sono ufficialmente scaduti secondo i criteri della grande distribuzione ma che a tutti gli effetti sono ancora commestibili per l’uomo, anche quelli che chiamano freschi e poi non lo sono più ma solo per gli standard cui siamo abituati.
we food cibo spreco scadenza

Il Banco alimentare – da anni – dalle nostre parti fa tesoro della stessa politica per sfamare i più bisognosi: il concept della Ong DanChurchAid – gestita da volontari – ben si sposa invece con l’atteggiamento sostenibile e dilagante sulle scelte di tutti i giorni, quello secondo cui sprecare sia un costo mentre una spesa consapevole sia la soluzione ai molti problemi del mondo (oltre che delle proprie finanze).
we food cibo spreco scadenza

Proprio nella città-eccellenza d’Europa per il food sono nati veri e propri supermercati che “ereditano” la merce scaduta per rivenderla, anche al 30-50% in meno del prezzo iniziale. Nei WeFood, i prodotti sono ancora buoni, ancora integri o al massimo con qualche graffio sull’etichetta per i tanti trasporti, ma nulla intacca la sicurezza per la salute.
we food cibo spreco scadenza

Del resto la politica del consumo sfrenato – e che va dietro a date che impongono il cassonetto a fronte di un nuovo rifornimento – non ha portato finora a buoni frutti e non sempre va d’accordo con la chimica dei cibi, sebbene molto dipenda dalle condizioni della conservazione degli stessi. Una dimostrazione è la stessa Approved Food esperimento di store online e consegna a domicilio che in Inghilterra aveva già autorizzato la vendita di cibi oltre il classico Best before dichiarato sull’etichetta (e permettendo ai consumatori un risparmio fino al 70% sulla merce) seppur solo su articoli da consumare preferibilmente entro il.
Nei WeFood la vendita è in negozio e quindi anche proponendo gli alimenti freschi. Se non nella logica, in questo caso, la differenza la fa l’offerta.

[foto: Facebook]