Stangata Gas: da ottobre aumenta in bolletta, ma diminuisce l’energia elettrica

Con l'arrivo dell'autunno la bolletta del gas sarà più cara, ma è previsto un un calo dell'energia.

Gli italiani fanno parte di un popolo di poeti e navigatori, ma rappresentano anche degli attenti consumatori che guardano con preoccupazione ai vari rincari di luce e gas che, periodicamente, influiscono sul bilancio famigliare. La buona notizia di quest’autunno 2016 è che la bolletta della luce sarà meno cara rispetto al balzo che si è registrato nel mese di giugno, mentre l’erogazione del gas subirà, soprattutto in concomitanza con l’arrivo dell’inverno, un aumento dell’1,7%.

Il risparmio sulla bolletta elettrica è determinato dal controllo che l’Autorità per l’Energia ha compiuto su segnalazione di Confindustria. Attraverso un’attenta indagine si è scoperto che la Terna, società che distribuisce sulla rete ad alta tensione la corrente erogandola a tutti i cittadini, acquistava energia a prezzi poco competitivi. L’Autorità per l’Energia ha imposto a Terna di far cessare quest’anomalia e di ripristinare le nostre centrali elettriche, in modo da poter mantenere dei costi più bassi e che non vadano a incidere negativamente sulla bolletta.

Da una parte avremo, nei prossimi mesi, un maggior risparmio sulla bolletta della luce, ma dall’altra il rincaro previsto su quella del gas non porterà di certo dei benefici nelle tasche dei consumatori. Con l’arrivo dell’inverno ci sarà un aumento dei costi del metano, materia prima che gli operatori del settore acquistano quando i prezzi sono bassi e che rivendono quando la domanda aumenta, creando un meccanismo che incide sulle tariffe. In pratica i cittadini, per affrontare l’inverno, non potranno rinunciare al gas per riscaldare le proprie abitazioni, e saranno quindi costretti ad “subire” l’aumento in bolletta.

Una situazione sotto certi aspetti davvero paradossale perché, nell’arco degli ultimi nove mesi, la bolletta del gas è quella che ha avuto un calo maggiore rispetto a quella della luce. Analizzando l’intero 2016, e facendo una previsione dell’ultimo trimestre, gli esperti evidenziano questo dato: la spesa media di gas per una famiglia italiana sarà di 1033,00 euro, con un risparmio complessivo annuo dell’8%. In pratica sono 91,00 gli euro che ogni famiglia risparmierà a fine anno, mentre nel 2016 per l’energia elettrica la spesa prevista sarà di 500,00 euro e con un calo dell’1% che porterà a un risparmio di soli 5 euro annui.

Le differenze tra costi e benefici ci sono, ma al cittadino interessa mantenere i prezzi bassi per riuscire a far quadrare i conti. Il problema è che milioni d’italiani vivono in condizioni disagiate, e il rincaro di una bolletta può incidere in modo drammatico sull’economia domestica. I consumi di gas e luce tendono ad aumentare e a diminuire a seconda di fattori diversi, ma soltanto una maggiore attenzione da parte del Governo potrà consentire al consumatore di ricevere un trattamento, e delle bollette, più adeguate al proprio tenore di vita.

[Foto: kerchak.com]