Attenzione alla nuova truffa per rapinare gli automobilisti: ecco come funziona

Nuovi casi di rapine ai danni di automobilisti, con messe in scena del tutto nuove ma sempre più frequenti: l'innocente presenza di bambini

Dalla provincia di Napoli sembra stia arrivando* quella che è stata classificata come la nuova tecnica di alcuni malviventi per rapinare potenzialmente chiunque circoli a bordo della propria auto, simulando una truffa e mettendo in atto a tutti gli effetti una rapina. Molte le segnalazioni arrivate alla Polizia negli ultimi giorni per un modus operandi che riesce a trarre in inganno molti ignari automobilisti, specie grazie ad un trucco: la presenza di un bambino a bordo dell’auto del rapinatore.

Ecco come avviene la truffa: durante la corsa, un’auto con a bordo un uomo ed un bambino tampona leggermente l’auto di un altro – sfortunato – automobilista, dopo di che per la classica constatazione amichevole, il rapinatore scende con il piccolo avvicinandosi all’auto dell’automobilista.

La presenza del bambino dispone favorevolmente – di solito – l’uomo che ha subito il tamponamento il quale, abbassando la guardia, è così improvvisamente facile bersaglio di minacce a mano armata e costretto a dare smartphone, portafogli, oggetti personali, preziosi e persino le chiavi dell’auto, subendo così una vera e propria rapina. Il tutto a pochissimi secondi dal tamponamento.

Una truffa studiata nei dettagli e che si ripete puntuale e a regola d’arte, negli ultimi tempi, in cui la buona fede e la vista di un bambino gioca un brutto scherzo e ingannerebbe chiunque. Non a caso, per mettere a segno tali colpi si ricorrerebbe sempre più all’uso dei bambini, vittime di pericolose messe in scena come in questi casi.

[*fonte: IlGiornale.it – foto: Terremarsicane.it]