Snapchat: nel primo trimestre perde 2.2 miliardi e il 22% in borsa

Pessime notizie in casa Snapchat: il titolo della popolare app di messaggistica perde il 23% in borsa. Il motivo? Una concorrenza agguerrita

Tra le tante app di messaggistica nate negli ultimi anni -più o meno con l’avvento degli smartphone-, Snapchat è stata una delle poche a spopolare tanto quanto i più noti Whatsapp e Facebook. Come funziona? L’utenza può inviare foto, messaggi di testo e video che rimangono visualizzabili solamente per 24 ore.

La sua quotazione in borsa avrebbe dovuto rappresentare l’ultimo step per l’ingresso nel mondo delle app di successo, eppure qualcosa è andato a dir poco storto. I dati parlano chiaro: nel corso dell’ultimo anno si sono registrati una media di 166 milioni di utenti attivi quotidianamente e un aumento dei download di circa il 36%; cosa ha portato, dunque, gli analisti a perdere fiducia nei confronti della app? La crescita dell’ultimo trimestre, che si è attestata attorno al 5%, un aumento di certo non fenomenale. Ciò ha significato che il titolo sia letteralmente crollato in borsa, con una perdita del 23%, che si è tradotta il circa 2,2 miliardi di dollari bruciati.

Ciò nonostante sembra che la app possa ancora farcela a riemergere: nel primo trimestre del 2017 i ricavi sono stati comunque di 149,65 milioni di dollari, leggermente sotto le aspettative: i dirigenti sperano che il numero di utenti possa tornare a crescere in maniera significativa, anche se le nuove funzioni di Instagram, programma concorrente di Snapchat, potrebbero continuare a rappresentare un ostacolo non da poco. Una delle vie possibili per tornare a guadagnare terreno sarebbe quella di aumentare la pubblicità, ma siamo certi che la crescita dei contenuti pubblicitari non rischi di allontanare parte dell’utenza?

[fonti articolo: tgcom24.mediaset.it, ilpost.it, forexinfo.it]

[foto: snapchat.com]