Caso Denise Pipitone ultime notizie: il tragico scherzo su Fb e le indagini sulla telefonata anonima

L'autrice del post su Facebook che ha riacceso le speranze sul caso Pipitone confessa: era solo uno scherzo. E torna il mistero su Denise.

Falso allarme. Prima le indagini sul mittente del messaggio postato su Facebook alla madre di Denise Pipitone, poi le ricerche sulla testimonianza dell’uomo anonimo raccolta dalla redazione regionale della RAI. Oggi arriva un’amara conferma: nulla di nuovo sul caso della piccola scomparsa 11 anni fa nel Trapanese visto che il contatto sui social è un tragico scherzo confessato dalla stessa autrice del messaggio.

La prova che identificherà la ragazza del post sarà l’analisi del DNA, già disposta nei suoi confronti. Secondo quanto riporta anche Ansa oggi, la procura di Marsala ha richiesto l’accertamento volto a verificare – come da prassi in questi casi – l’identità della fonte del messaggio tramite un campione di saliva, avendo già escluso possa essere Denise anche per il semplice fatto che l’età della ragazzina scomparsa non combacerebbe con quella del mittente del messaggio.

Tutta da verificare anche la pista che si era aperta dopo la telefonata raccolta dalla redazione del TgR Basilicata ad un uomo che avrebbe riconosciuto la piccola Pipitone nella stessa foto postata sulla pagina Facebook della mamma di Denise, Piera Maggio. Anche tale fatto rientra nell’indagine appena riaperta sul caso che non trova ancora soluzione.

Del resto il copione è purtroppo lo stesso che vide protagonista anche la piccola Angela Celentano, di cui si sono perse le tracce dal lontano 1996: un contatto via email riaccese la speranza di ritrovarla in Sud America ma fu solo un’illusione. Oggi, dopo aver accertato che si è trattato di uno scherzo, sulla scomparsa di Denise Pipitone torna infatti il buio del mistero.

[foto: Retenews24.it]