Chi è Chiara Insidioso, la ragazza ridotta a vegetale

Lo sconto di pena per chi ha massacrato di botte la giovane e l'amarezza del padre della ragazza. Ecco il verdetto che solleva polemiche

Un’altra triste storia di violenza sulle donne, quella di Chiara Insidioso, la giovane che da quasi due anni vive una vita distrutta dal suo ex-fidanzato, Maurizio Falcioni ridotta ad uno stato di minima coscienza ed inchiodata per sempre ad una sedia a rotelle a 21 anni.

La foto postata dal padre di Chiara insidioso

La foto postata dal padre di Chiara

Sconta le conseguenze di una lite avuta con lui: la colpisce sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e quelle botte anche alla testa condannano il suo destino. Una tragica sera quella del 3 febbraio 2013 che porta Chiara al coma e, oggi, dopo una lunga riabilitazione, solo a qualche cenno o minimo movimento che le permettono di annuire e vivere “…come un vegetale (come ha dichiarato lo stesso ex-compagno in un’intervista rilasciata a IlTempo.it). 

Tutto è stato irreversibile, da allora una condanna crudele è stata emessa per una ragazza e per la sua famiglia senza alcun appello, mentre la notizia di ieri è invece che quell’uomo, condannato in primo grado a 20 anni di carcere per la sua violenza, ha avuto uno sconto di pena di 4 anni.

Le foto, subito postate dal padre Maurizio Insidioso Monda al capezzale della figlia da due anni, mostrano l’amarezza per una giustizia che non c’è e non si sarà mai ora che ha perso per sempre la “sua” Chiara che, come afferma, proprio ieri è stata oltraggiata ancora una volta da una seconda sentenza. L’avvocato della famiglia Insidioso su Facebook ha precisato che “…16 anni rimangono comunque una pena “accettabile”, considerata la giurisprudenza a riguardo”.  Ma il padre replica sul social network L’Italia è un paese che non ha dignità.

[foto: Romatoday.it/Twitter]