Confessione shock di Veronica Panarello: ‘Loris è stato ucciso da mio suocero, eravamo amanti’

Veronica Panarello ha fornito una nuova versione, affermando che ad uccidere il figlio sarebbe stato il suocero, con il quale aveva una relazione

Veronica Panarello accusa il suocero dell’uccisione di suo figlio Loris: “Eravamo amanti“. Veronica Panarello, detenuta con l’accusa di aver strangolato il figlio di 8 anni, Andrea Loris Stival, ha rilasciato una nuova confessione in cui tira in ballo il suocero. Secondo la donna, suo figlio sarebbe stato ucciso dal suocero: “Loris – ha affermato la Panarello – lo ha ucciso mio suocero, Andrea Stival. Ho ricordato tutto quando sono andata a trovarlo al cimitero, ma non l’ho detto prima perché avevo paura che uccidesse anche il bimbo più piccolo”. La donna ha parlato anche del movente, che risiederebbe nel loro essere stati amanti.

Andrea Stival parla “dell’ennesima follia della donna”. Il piccolo Loris è stato ucciso il 29 novembre 2014 nella sua casa, a Santa Croce Camerina, in Sicilia. La nuova confessione di Veronica Panarello è stata svelata dal programma di Rete4 Quarto grado. Il suocero, Andrea Stival, ha reagito definendo questa nuova confessione come “l’ennesima follia della donna”. Il nonno paterno del piccolo Loris afferma anche di sentirsi “tranquillo” perché “la mia posizione è stata vagliata da investigatori e magistratura dettagliatamente”.

I pm non credono nella tesi della Panarello. La tesi della donna pare non reggere neanche per la magistratura. La donna ha voluto che i magistrati fossero informati della sua nuova confessione ma, quando il pm si è recato da lei per sentire la sua nuova versione, non ha espresso alcun commento di rilievo. La nuova tesi espressa dalla Panarello è stata consegnata in gennaio scorso ad una psicologa del carcere di Catania, dove la donna è detenuta per omicidio premeditato e occultamento di cadavere in relazione alla morte di suo figlio Loris Stival. Alla psicologa aveva raccontato che il movente riguardava qualcosa che suo figlio “aveva visto e non doveva vedere, sostenendo che suo suocero fosse stato il suo amante.

Secondo l’avvocato di Andrea Stival, Fracesco Biazzo, la ricostruzione di Veronica Panarello è assolutamente irrilevante, frutto della fantasia, e non lo dico io, ma lo dicono gli atti del processo e le indagini che hanno escluso responsabilità di Andrea Stival”. Veronica Panarello continua a cambiare versione, rendendo così la sua posizione sempre meno credibile non solo di fronte alla magistratura, ma anche dinanzi ai suoi affetti più cari, come quello del marito e padre del piccolo Loris, Davide Stival. Perché questa nuova versione? Quando racconterà una volta per tutte cosa è successo quella tragica mattina di due anni fa?

(Immagine: www.pianetanotizie.it)