E’ morta Giorgia Libero la ragazza che aveva commosso i social raccontando il suo male

La triste vicenda della ragazza padovana che aveva deciso di raccontare la sua malattia sui social network.

Quella di Giorgia Libero è la storia di una lotta, la battaglia di una ragazza contro un linfoma che le ha stroncato la vita a soli ventitré anni. Una vicenda che ha commosso il popolo del web e che, proprio sui tanto bistrattati social network, era iniziata, quando Giorgia aveva deciso di informare i suoi follower del male che l’aveva colpita tenendoli costantemente aggiornati.

Da quel momento, infatti, la giovane aveva condiviso giorno per giorno sui suoi profili Facebook e Instagram le varie fasi della sua dolorosa malattia, commentando le cure cui si era sottoposta, parlando di tac e ricadute e lasciando libero spazio a qualche sfogo. Un calvario nel dolore che Giorgia, però, ha affrontato a testa alta e con indomito coraggio. Perché non è per niente facile sbattere in prima pagina le proprie sofferenze, diffondere le fasi di una malattia e farlo sui social.

In uno dei suoi ultimi post la ragazza aveva manifestato tutta la sua rabbia riferendosi al tumore che la stava sconfiggendo: “Ma cosa vuoi da me? Ci sei riuscito? Ci sei riuscito davvero a mettermi ko, sei felice adesso?”. Parole che assomigliano a un triste sfogo fatto nei confronti di una malattia che non le ha tolto la gioia di vivere, e che le ha permesso di ricevere l’affetto di migliaia di amici virtuali. Persone sconosciute che non hanno mai mancato di supportarla e di sostenerla fino ai suoi ultimi istanti di vita.

Giorgia era ricoverata nel reparto di Ematologia di Padova e, in una delle sue ultime immagini che aveva postato, ha voluto realizzare una foto in compagnia dei medici e degli infermieri coinvolti con lei nella sua battaglia per la vita. Aveva mostrato il dito medio alzato verso l’obiettivo, un gesto di sfida tipico di una rockstar.

Ad annunciare sul web la morte di Giorgia è stato il suo fidanzato, Federico. Il giovane ha pubblicato sul suo profilo Facebook un ultimo post dedicato alla sua fidanzata: “Buon viaggio amore mio, porta anche in cielo il tuo sorriso e la tua immensa voglia di vivere”. Una voglia di vivere che ha contagiato tutti, amici e non, della ragazza. Perché la vita è qualcosa di importante e che bisogna sostenere sempre, anche nei momenti più difficili, anche quando sei una ragazza di ventitré anni costretta a combattere da un letto di ospedale.

Ed è proprio questo il messaggio che ci ha voluto lasciare Giorgia, l’insegnamento che tutti noi dobbiamo trarre dalla sua vicenda: non rinunciare mai a combattere. E, una volta tanto, i social network non sono stati visti come la patria ideale per le polemiche e gli insulti, ma, anzi, essi sono diventati un luogo di condivisione. E sono davvero in tantissimi quelli che hanno voluto rilasciare sulla bacheca di Giorgia un ultimo saluto. Messaggi tristi e di cordoglio che hanno dimostrato come, una volta tanto, il mondo virtuale possa divenire in qualche modo più reale.

Riposa in pace Giorgia.