Firenze, voragine sul Lungarno: auto e moto inghiottite

Nelle prime ore di stamattina, un crollo a Firenze lungo l'Arno: un cedimento lungo 200 metri del manto stradale provoca moltissimi danni

Un cedimento, un crollo del Lungarno Torrigiani a Firenze ha inghiottito alle 6,30 di stamane una ventina di auto in sosta ed alcuni motocicli.

L’improvviso vuoto che si è creato ai margini del fiume – tra Ponte Vecchio e Ponte Le Grazie, lungo una strada che ospitava le vetture parcheggiate – ha richiamato l’attenzione di vigili del fuoco che hanno constatato il cedimento della strada asfaltata per almeno 200 metri, per una larghezza di 7 del manto stradale ed altrettanti di profondità.

Secondo i primi accertamenti sul luogo non ci sarebbero fortunatamente feriti ma di certo si contano molti danni, non solo alle auto che erano in sosta in quel tratto, ma anche alle tubature che c’erano al di sotto della strada che, con il collasso della superficie si sono rotte inondando la voragine. Secondo altre ricostruzioni però, potrebbe essere stata proprio la rottura di un grosso tubo di scarico fra le cause dell’improvviso cedimento, in aggiunta all’erosione delle acque dell’Arno. Sugli impianti, in ogni caso, ora i vigili del fuoco stanno intervenendo con le prime operazioni di ripristino della rete idrica.

tweet dario nardellaIl sindaco Dario Nardella da Palazzo Vecchio con un tweet ha avvisato i concittadini di rimuovere le proprie vetture dalle strade limitrofe al fiume per paura di nuovi crolli, in una zona evidentemente ancora a rischio proprio in pieno centro storico. La polizia locale, nel frattempo, è intervenuta per vietare la circolazione delle auto lungo la sponda del fiume coinvolta e gestire la viabilità con percorsi alternativi contenendo i disagi che ne sono conseguiti.

 

 

[foto: LaStampa.it/Twitter.com]