Furti al bancomat: i consigli dei Carabinieri per non cadere nel ‘cash trapping’

I militari hanno definito il ‘cash trapping’ la nuova frontiera del furto ai bancomat.

È di oggi la notizia dell’arresto, da parte dei Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Fucina, di tre uomini di nazionalità romena di 28, 45 e 46 anni accusati di furto aggravato in concorso con la tecnica del ‘cash trapping’. I tre uomini sono volti noti ai militari e risultano essere nullafacenti.

La nuova frontiera del furto ai bancomat: che cos’è il ‘cash trapping’? I Carabinieri la definiscono così nel loro comunicato stampa diramato oggi, con il quale hanno informato l’opinione pubblica dell’arresto dei tre romeni. I militari hanno effettuato dei controlli in diversi istituti di credito della zona, finché in uno di questi, sito nella centrale via del Corso, hanno scoperto che i tre avevano manomesso due dei tre sportelli bancomat. Così facendo hanno spinto i clienti dell’istituto a prelevare dal terzo sportello, modificato con l’applicazione di una maschera metallica identica all’originale, che non erogava le banconote richieste dai clienti e le tratteneva al suo interno.

I tre sono stati beccati con le mani nel sacco dai Carabinieri proprio mentre smontavano con un cacciavite la maschera metallica con cui avevano manomesso il bancomat. Tale operazione ha permesso il recupero di 480 euro in contanti che un cliente non aveva potuto ritirare, pensando che si trattasse di un guasto dello sportello. Una volta arrestati, sono stati portati in caserma e sono ora in attesa del rito direttissimo.

I consigli dei Carabinieri: non allontanarsi dallo sportello nel caso in cui non eroghi la cifra richiesta e verificare che non vi siano state applicate delle ‘placche tappo’. Se si sta eseguendo l’operazione in orario di apertura dell’agenzia, informare subito dell’accaduto gli impiegati presenti al suo interno. In orario di chiusura chiamare il numero di emergenza 112, al fine di permettere alle forze dell’ordine di verificare l’eventuale presenza di manomissioni dello sportello bancomat.

(Fonte: www.carabinieri.it)

(Foto: www.affaritaliani.it)