Il bimbo del miracolo: nasce sano dopo 107 giorni nel grembo della mamma morta

Lourenco è il bimbo del miracolo: sua mamma, in coma e clinicamente morta per un ictus, l'ha alimentato artificialmente fino alla nascita

Dare la vita oltre la vita. Quella di Lourenco, già ribattezzato il bimbo del miracolo, è una storia a lieto fine.

A Lisbona, è nato sano dopo esser cresciuto per altri 107 giorni nel grembo della madre, in coma cerebrale a seguito di un ictus e clinicamente dichiarata morta. Il fatto incredibile è accaduto all’ospedale San Jose della capitale lusitana alcuni giorni fa e sta facendo il giro del mondo solo in queste ore.

La madre Sandra Pedro, quando era alla 17esima settimana di gestazione ha accusato un mal di testa che l’ha costretta al ricovero. Di lì a poche ore dal suo ingresso nella struttura ospedaliera, la donna di 37 anni è entrata in coma per un ictus improvviso, lasciando poche speranze al marito sulle condizioni anche del piccolo. Invece, dopo alcuni accertamenti, lo staff, – osservando il quadro clinico del feto ancora vivo – ha deciso di tentare e mantenere artificialmente in vita la donna perché la gravidanza fosse portata a termine senza altre conseguenze.

Il padre Miguel, ha così sperato che da quell’incubo e da quel lutto improvviso potesse esserci un miracolo, una speranza a cui aggrapparsi.

E così è stato. La donna – sottoposta ad alimentazione artificiale perché il piccolo Lourenco continuasse a crescere nel suo grembo per altri tre mesi e mezzo – ha dato alla luce con parto cesareo il 7 giugno scorso il bimbo del miracolo.  L’evento è accaduto tra la commozione e lo stupore di tutti, poco prima che i medici potessero spegnere ormai per sempre i macchinari che avevano tenuto in vita la madre.

[foto: Mamme.it]