Il bimbo vegano, che fu ricoverato in Ospedale per denutrizione, sarà affidato ai nonni

A luglio il ricovero del piccolo di un anno, oggi la decisione del Tribunale per il suo futuro.

Il Tribunale dei Minorenni di Milano ha deciso: il bimbo alimentato secondo i precetti vegani e ricoverato a luglio al Policlinico di San Donato per alcune complicazioni, sarà affidato ai nonni.
E’ l’epilogo della vicenda che nei mesi scorsi aveva visto i genitori del piccolo, lei italiana lui indiano, sotto accusa per malnutrizione nei confronti del figlio, avendogli fatto seguire una dieta vegana e, dunque, senza proteine animali essenziali per la crescita regolare – quali latte e derivati, uova ecc. – necessarie invece nel normale sviluppo dei bambini.

Non a caso proprio al momento del ricovero, il bimbo – di un anno ormai – pesava solo 5 chilogrammi, un peso quasi normale al massimo al terzo o quarto mese di vita.

Il Capo della Procura presso il Tribunale ha precisato che “La scelta del Tribunale di privilegiare in questa fase il collocamento presso l’abitazione dei nonni è assolutamente condivisibile. La rigida scelta alimentare dei genitori del piccolo non avrebbe garantito una crescita adeguata, ma al contempo non si è voluto allontanare il bambino dalla dimensione familiare. La presenza dei nonni in questo senso è una garanzia*”.

Con la decisione del giudice di allontanare il bambino dai suoi genitori ed affidarlo ai nonni non si esclude nel frattempo la vigilanza delle assistenti sociali a tutela del corretto sviluppo del minore che, in caso di ulteriori problemi, potrebbero far revocare la decisione di oggi e predisporre l’inserimento del piccolo in istituti dedicati.

[fonte*: Corriere.it – foto: it.blastingnews.com]