Mangia polpetta con solfiti: Sara muore dopo 10 lunghi anni di coma

Sara Di Natale è deceduta dopo dieci lunghi anni di coma, causato dall’aver mangiato una polpetta di carne con solfiti

Una giovane vita recisa. Sara Di Natale aveva solo 22 anni quando, il 7 febbraio 2006, dopo aver mangiato una polpetta di carne con solfiti, è entrata in coma e da quel coma non si è mai più risvegliata. Uno stato vegetativo durato dieci anni, fino a quando Sara, domenica scorsa, non ha deciso di andare via, di lasciare lei stessa una vita che poi vita non lo era affatto.

La famiglia ha sempre lottato contro i solfiti. Il papà di Sara, Luciano, così scriveva sul suo blog per dare la notizia dell’accaduto, e sensibilizzare inoltre l’opinione pubblica sul tema dei solfiti: “Mia figlia Sara, studentessa di Scienze politiche a Catania  nel suo blog – il 7 febbraio del 2006 ingerisce una polpetta contenente solfiti a cui era allergica ed entra in coma in seguito ad uno shock anafilattico. La carne è stata acquistata in una macelleria di una via del mercato all’aperto vicino alla via Etnea. I solfiti nelle carni, non bloccando il processo di putrefazione, ma mantenendo il colore rosso, favoriscono l’inganno dei consumatori, procurando ai rivenditori  di carne profitti più cospicui (come lo stesso macellaio, già condannato in primo grado, ha confermato al giudice)” (Fonte: www.today.it).

I solfiti, cosa sono? I solfiti trovano largo impiego nell’industria alimentare ed enologica, dove sono solitamente addizionati al cibo per prevenirne l’ossidazione. Troviamo tracce di questo additivo nei vini, nella frutta, nel pesce, nella carne, nello zucchero, nella farina ecc.  La dose giornaliera di assunzione accettabile dell’anidride solforosa è stata fissata in 0,7 mg/kg/die. I solfiti possono arrecare danni alle persone che mostrano una sensibilità verso questo componente: dagli attacchi di broncospasmo nei soggetti asmatici a forme di allergia che provocano mal di testa, nausea, vomito ed altri fenomeni.

I funerali di Sara Di Natale si svolgeranno oggi nella città di Ragusa, presso la Chiesa del Preziosissimo sangue. Buon viaggio Sara, che la terra ti sia lieve.

(Immagine: www.today.it)