Milano: le ultime dell’asilo degli orrori

I due dell'asilo degli orrori hanno forse causato gravi danni psicologici ai bambini. Si attendono notizie dal PM

Se l’asilo, in passato, era il luogo in cui i genitori potevano lasciare i loro bambini, sicuri di un ambiente chiuso e sano, sempre più spesso, oggi, si sentono storie di abusi e maltrattamenti di ogni tipo proprio in queste strutture, a danno dei più piccoli.

L’ultimo caso di cronaca riguardante un asilo degli orrori è accaduto a Milano, nell’istituto dell’infanzia Baby world, nel quartiere Bicocca. Ad essere stati arrestati sono il gestore dell’asilo Enrico Luigi Piroddi e la coordinatrice Milena Ceres. I due sono accusati di aver maltrattato fisicamente e psicologicamente 14 bambini.

Per i due mostri le pene sono rispettivamente: arresti domiciliari per la Ceres e interdizione dall’esercito dell’attività per Piroddi.

Stando a quanto dichiarato dalla prefettura, la donna era solita consumare marijuana e ha spesso dimostrato un’elevata capacità criminale, considerando i suoi atteggiamenti violenti come educativi.

Secondo l’avvocato difensore, Milena Ceres non sarebbe capace di controllare gli impulsi violenti, nonostante dalle carte emerga una certa lucidità negli atteggiamenti della donna. I genitori dei piccoli hanno raccontato di bambini con evidenti ematomi sparsi su tutto il corpo, pianti continui e reiterati e problemi di natura psicologica.

I dottori temono infatti che, se le ferite superficiali si rimargineranno quanto prima, quelle psicologiche potrebbero avere effetti ben più devastanti sui piccoli.

Per ora si attende la risposta del PM, che si è riservato un tempo di 10 giorni per decidere le sorti di questi due soggetti, che pare evidente non possano gestire in maniera corretta un asilo.

Rimane comunque lodevole il lavoro svolto dai carabinieri, che è riuscita ad incastrare tutti e due.

[fonte articolo: ilgiorno.it]

[foto: huffingtonpost.it]