0 Shares 25 Views
00:00:00
15 Dec

Parigi, un’auto travolge sei militari francesi: incidente o un nuovo atto di terrorismo?

La Redazione - 9 agosto 2017
La Redazione
9 agosto 2017
25 Views
Attentato Parigi

E’ stato un brusco risveglio per gli abitanti di Levallois-Perret, un piccolo comune a pochi chilometri da Parigi. Alle cinque di questa mattina un uomo alla guida di una BMW ha travolto e investito sei militari, impegnati in quel momento nell’operazione Sentinelle, missione che ha consentito a più di settemila soldati di vigilare il territorio francese.

L’impatto è avvenuto in un vicolo a pochi metri dal Municipio di Levallois e, immediati, sono scattati da parte delle forze dell’ordine i primi controlli. Il quartiere blindato, pattuglie a ogni incrocio e, nell’aria, lo spettro di un nuovo attentato terroristico. Perché la pista su cui stanno indagando gli inquirenti è questa: un atto di violenza deliberato da parte di un ignoto.

La sezione anti-terrorismo parigina sta in queste ore svolgendo indagini capillari su tutto il territorio. In merito è intervenuto anche il Sindaco di Levallois, Patrick Balkany, che in un’intervista a “France Info” ha parlato di “atto deliberato”. Il primo cittadino ha inoltre precisato che il luogo in cui è avvenuto l’incidente è sempre stata “una zona calma” della periferia parigina.

Ma dopo gli ultimi attentati che hanno colpito la città di Parigi la paura di altri attacchi rimane alta. Gli inquirenti non escludono che possa essersi trattato del gesto di uno squilibrato, ma la matrice terroristica è la pista primaria su cui indagare.

In merito a questa vicenda è intervenuto anche Gerard Collomb, attuale Ministro dell’Interno francese, che ha convocato una riunione d’urgenza per far chiarezza su quanto avvenuto. Questa mattina è prevista anche una riunione del Consiglio dei Ministri con il Presidente Emmanuel Macron che si terrà all’Eliseo. Quanto avvenuto a Levallois-Perret sarà sicuramente uno dei temi caldi da mettere sul tavolo della discussione politica.

Dei sei militari investiti, tre riversano in condizioni gravi in ospedale, anche se i medici hanno rassicurato che nessuno di loro è in pericolo di vita. “Un atto vile”: sono queste le parole che ha utilizzato il Ministro della Difesa Florence Parly, spiegando nel suo comunicato che, nonostante ciò, il prezioso lavoro compiuto dai militari continuerà.

Levallois-Perret è tornata in queste ore sotto controllo, anche se i cittadini della zona, inizialmente, non hanno pensato all’atto terroristico. Quando hanno visto l’intervento dei Vigili del Fuoco e delle ambulanze, oltre al massiccio impiego di militari, hanno capito l’entità dell’attacco.

Quello che l’opinione pubblica sta chiedendo alle forze dell’ordine è di scoprire il colpevole e capire chi c’era alla guida della BMW che ha investito i sei militari. Trovare la verità è importante, anche se ormai la psicosi da attentato sembra aver colpito di nuovo i cittadini francesi.

[Fonte articolo: rainews.it]

[Foto: laziopress.it]

Loading...

Vi consigliamo anche