5 sedute, un vitalizio da 3000€: ecco la storia di Salvatore Caltagirone

Il candidato di Alleanza Nazionale, Salvatore Caltagirone, subentrò a un suo collega: con sole 5 sedute ha diritto a 3000€ di pensione

Il nome di Salvatore Caltagirone potrà suonare del tutto nuovo alle orecchie di chiunque viva fuori dalla zona dell’agrigentino. Ciò nonostante il suo nome in questi giorni sta rimbalzando di giornale in giornale per la sua curiosa, quantomai breve, carriera nella politica attiva della regione Sicilia: l’uomo, infatti, ha potuto prendere parte a sole 5 sedute dell’assemblea siciliana.

Fin qui nulla di strano: candidatosi per Alleanza Nazionale, Caltagirone rimase fuori per un nulla, ma subentrò a Giuseppe Scalia, che riuscì nel 2001 ad entrare alla Camera dei Deputati. Il perno attorno al quale si erge la pietra dello scandalo sta nel fatto che, nonostante la brevissima permanenza all’assemblea regionale siciliana, il signor Salvatore Caltagirone percepisce 3000 euro lordi di pensione, così come previsto dalla legge. E li percepisce in una regione, la Sicilia, che annualmente paga qualcosa come 19 milioni di euro di pensioni ad ex deputati.

In un’intervista rilasciata a Emanuele Lauria, giornalista di Repubblica, Caltagirone dichiara “Non vedo dove sia lo scandalo. In quella legislatura ci furono 12 o tredici candidati subentranti. Io non lo so quanti mesi o anni abbiano trascorso all’Ars, ma tutti oggi hanno una pensione. Lo prevedeva la legge. Che non ho fatto io”. Come dire, Caltagirone di certo non è stato l’unico a godere di quello che, a tutti gli effetti, è un privilegio e allo stesso modo non capisce perché tanto clamore attorno alla propria storia. Il clamore, però, nasce appunto per l’esiguo numero di sedute alle quali ha partecipato per poter ottenere la pensione.

Di chi è, dunque, la “colpa”? Di certo non del candidato, poiché quest’ultimo sfrutta solamente una legge che c’è, che esiste. Non sarebbe dunque il caso di riformulare tale norma, così da non dover più affrontare storie come quella di Salvatore Caltagirone?

[fonti articolo: tgcom24.mediaset.it, nextquotidiano.it, giornalettismo.com]

[foto: tgcom24.mediaset.it]