Acqua gratis per tutti: ecco come cambia la bolletta

Primo sì alla Camera per il testo di legge che prevede un minimo di 50 litri di acqua gratis al giorno per tutti, anche per i morosi

Acqua gratis per tutti, anche per i morosi. La Camera dei Deputati ha detto sì al testo di legge “tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque”, che prevede acqua gratis, fino a circa 50 litri al giorno per cittadino, anche per coloro che sono morosi.

Un servizio gratuito e non compreso nella bolletta idrica perché ritenuto fondamentale per la sopravvivenza di ogni persona. Gli utenti i cui consumi d’acqua rimarranno entro la soglia dei 50 litri non pagheranno alcuna spesa.

Tutelati i morosi e i più disagiati. Questa misura è ancora più importante per chi versa in condizioni economiche disagiate e si trova in situazione di morosità nel pagamento di bollette arretrate. I morosi non dovranno preoccuparsi di un’eventuale interruzione idrica ed avranno a disposizione la misura di 50 litri d’acqua al giorno gratuiti. Chi presenterà un Isee basso potrà anche rientrare in una situazione di morosità incolpevole.

Come si sosterrà economicamente tale provvedimento? Il costo dei 50 litri di acqua gratuita per tutti sarà sostenuto dai cittadini con redditi più elevati e con più alti livelli di consumo, in modo da promuovere le politiche di risparmio idrico.

In bolletta saranno presenti anche gli investimenti fatti dai gestori del servizio. Nella bolletta saranno riportati non solo i consumi degli utenti ma anche gli eventuali investimenti realizzati dai gestori del servizio idrico, i costi di depurazione sostenuti e le percentuali medie di perdite idriche della rete di distribuzione. I comuni potranno decidere in autonomia come gestire il servizio idrico.

(Immagine: palermo.blogsicilia.it)