0 Shares 30 Views
00:00:00
15 Dec

Elezioni in Germania: Merkel pronta per il quarto mandato

Emanuele Calderone - 25 settembre 2017
Emanuele Calderone
25 settembre 2017
30 Views
Angela Merkel vince le elezioni in Germania

Era già nell’aria: il risultato delle elezioni tedesche non sorprende poi più di tanto. Angela Merkel ricoprirà il ruolo di cancelliera per la quarta volta; ne consegue che la CDU, nonostante un nettissimo passo indietro, rimane il partito più forte della Germania europeista.

Eppure, sebbene a un primo sguardo nulla sembra essere cambiato alla direzione di un paese tanto importante, gli equilibri interni sono stati del tutto stravolti. Sì perché se l’Unione Cristiano-Democratica può continuare a fare la voce grossa (32,9%), a deludere profondamente è stato il risultato raccolto dall’SPD: il partito socialdemocratico, infatti, si ferma al 20,5%, con una perdita di voti pari addirittura al 6%. Questo è il peggior risultato registrato a partire dal dopoguerra, periodo in cui la Germania aveva bisogno di voltare definitivamente pagina, dal passato nero segnato dai comportamenti di una destra estremista, scellerata e fortemente xenofoba.

Proprio riguardo alla destra più radicale, c’è una parte della Germania che non sembra aver imparato alcuna lezione: l’AFD (Alternative für Deutschland) guadagna 94 seggi, pari al 13% dei voti. Il partito, di chiarissimo stampo estremista, ha condotto una campagna elettorale che ha fatto perno sui soliti punti fermi di una certa destra nostalgica e razzista.

Ultimamente, fra le altre cose, i dirigenti del partito hanno rilasciato dichiarazioni di dubbio gusto riguardo al comportamento tedesco nel corso delle due guerre mondiali: Gauland ha detto pubblicamente “abbiamo il diritto di essere orgogliosi su quanto fatto dai soldati tedeschi in due guerre”, ha spalleggiato Hoecke quando ha dichiarato a gran voce “non tutto di Adolf Hitler è da buttar via”.

Fuori dal quartier generale dell’AFD, dopo che si è venuti a conoscenza dei risultati, tanti manifestanti dell’estrema sinistra e non si sono radunati per contestare la politica razzista del partito. Non si sono registrati episodi di violenza, anche se la polizia era già pronta per qualsiasi evenienza.

Insomma, dal quadro che si è delineato si evince che la Germania sta profondamente cambiando: l’avanzamento dell’estrema destra e l’arretramento dei partiti più moderati e di stampo democratico deve preoccupare non solo i tedeschi ma l’Europa intera. D’altra parte l’uomo, ciclicamente, dimentica la storia e cade sempre negli stessi, vecchi errori.

[fonti articolo: ansa.it, repubblica.it, lastampa.it]

[foto: lastampa.it]

Loading...

Vi consigliamo anche