La Corea del Nord è pronta a una guerra contro gli U.S.A.

Da Pyongyang fanno sapere che laddove gli USA continuino con la loro politica aggressiva, la Corea del Nord risponderà agli attacchi

Le relazioni politiche tra Corea del Nord e Stati Uniti non sono mai state buone: da una parte il gigante occidentale che cerca di tenere sotto controllo una situazione, quella coreana, francamente problematica, dall’altro un paese che cerca di esercitare la propria sovranità come meglio crede, almeno all’interno dei propri confini territoriali.

Ultimamente, però, i rapporti si sono fatti ancor più tesi anche a causa delle politiche aggressive degli Stati Uniti: nei giorni passati, infatti, gli USA sono stati al centro di svariate contestazioni, a causa delle scelte militari fatte, tra le quali la bomba Moab lanciata in Afghanistan.

L’invio della portaerei Carl Vinson verso la Corea, inoltre, ha fatto sì che le relazioni Nord Corea/Stati Uniti si incrinassero ancora di più: proprio riguardo a ciò il viceministro degli Esteri nord coreano ha affermato che, laddove gli Stati Uniti lo vogliano, il piccolo stato asiatico è pronto ad andare in guerra, ricordando anche all’amministrazione Trump che la dittatura guidata da Kim Jong-Un dispone di un grande arsenale nucleare.

Guardando a quanto fatto dalle precedenti amministrazioni statunitensi, il viceministro degli esteri coreano ha detto “Abbiamo fatto un confronto con le precedenti amministrazioni americane e la conclusione è che questa è più violenta e aggressiva” e ha poi aggiunto che Donald Trump con le sue frasi fomenta lo spirito di ostilità nei confronti della Corea del Nord.

A tutto va aggiunto che, stando a quanto dichiarato dall’NBC, parrebbe probabile un’azione preventiva da parte degli Stati Uniti in terra coreana, questo anche per scongiurare un possibile attacco da parte di Pyongyang ai danni di Seul, capitale della Corea del Sud.

Tra continui attacchi verbali l’unica cosa che sembra avvicinarsi, in maniera sempre più sensibile, è il pericolo di una vera e propria crisi che potrebbe portare a un nuovo conflitto armato.

[fonti articolo: tgcom24.mediaset.it, ilfattoquotidiano.it, lastampa.it, rainews.it]

[foto: ilpost.it]