Referendum voucher e appalti: si vota il 28 maggio 2017

Il consiglio dei ministri ha fissato la data per svolgere il referendum. Ecco tutti i dettagli

Il consiglio dei ministri ha approvato il decreto per l’indizione dei referendum popolari relativi alla “abrogazione di disposizioni limitative della responsabilità solidale in materia di appalti” e alla “abrogazione di disposizioni sul lavoro accessorio (i voucher)”. Entrambi sono stati promossi dalla Cgil e si terranno il 28 maggio 2017. Il governo è intenzionato a proseguire senza intervenire nuovamente in materia ed evitare così i referendum popolari.

Cgil: uso limitato dei voucher per evitare i referendum. Il sindacato guidato da Susanna Camusso ha chiesto una revisione dell’utilizzo dei voucher. In un’intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica, la Camusso ha spiegato a quali condizioni sarebbe possibile evitare lo svolgimento dei referendum popolari (ed evitare così un gravoso dispendio di soldi pubblici). Per la Cgil i voucher andrebbero limitati soltanto all’utilizzo in ambito familiare e per “retribuire la prestazione occasionale di disoccupati di lunga durata, pensionati e studenti”. Per la Cgil, inoltre, la vendita dei voucher dovrebbe essere di esclusiva competenza dell’Inps. Il governo accoglierà queste richieste?

(Foto: L’Unità)