Riforma pensioni: ultime notizie pensione anticipata e opzione donna

Legge Fornero, pensioni anticipate, flessibilità e opzione donna: ecco tutte le novità riguardanti le pensioni

La pensione, è innegabile, è uno dei massimi traguardi di una vita intera. Passare 40 anni rinchiusi in un ufficio, tra scartoffie varie, è quanto di meno appagante si possa pensare, ma la prospettiva di godersi una vecchiaia in pace e tranquillità è sempre allettante.

A causa della forte crisi del mercato del lavoro, però, molte persone vedono la propria pensione come un traguardo quasi inavvicinabile, un’utopia. Tra riforme, controriforme e continue novità, ecco tutto quello che c’è da sapere per farla finita con il lavoro.

Il ministro del lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti, ospite di Bruno Vespa nel salotto di “Porta a porta”, ha messo bene in chiaro che il governo sta lavorando per rendere meno costoso il riscatto della laurea per la pensione, questo perché, tra le altre cose, secondo Poletti modificare talune regole non sarebbe costoso o complesso. Il politico ha parlato di flessibilità e ha aggiunto che nonostante tali modifiche riguardino solo i lavoratori laureati, per quelli che non rientrano in tale categoria sarebbe pronta una modifica alla contestatissima legge Fornero.

A proposito della questione pensioni è intervenuto anche il presidente Uil Carmelo Barbagallo, che ha dichiarato “Come Cgil, Cisl e Uil abbiamo preparato una proposta unitaria sul nuovo modello di relazioni industriali e sul nuovo modello contrattuale. Ci attendiamo che Confindustria, che finora non ha fatto niente ed ha avuto solo il semestre bianco, si renda conto che il Paese deve riprendere la sua strada, come sta facendo la Germania che sta riprendendo il potere di acquisto dei lavoratori, ad esempio attraverso il contratto dei meccanici al 4,8% di incremento ed ai pensionati con il 2,5% di aumento per quelli privati e 2% per quelli pubblici. Se non si riprende potere di acquisto tra i lavoratori, se non si adeguano le pensioni, se non si offrono occasioni di lavoro per i giovani, il nostro Paese la ripresa la vedrà col binocolo”.

Per quello che riguarda il fronte del lavoro femminile e le pensioni anticipate, Orietta Armiliato, rappresentante del gruppo Facebook Comitato Opzione donna, ha detto “Abbiamo ragione di essere soddisfatte per più di un motivo e ci piace manifestare la nostra soddisfazione che è frutto di quello che è stato per noi, un grande impegno. Siamo soddisfatte perché la nostra lotta ha portato ad una risoluzione giunta con la Legge di Stabilità 2016”.

A tenere banco è stata anche la spinosa questione delle unioni civili, con Morena Piccinini che ha detto: “È preoccupante il dibattito sui costi delle pensioni di reversibilità che si è scatenato non appena il Parlamento ha dato il suo assenso definitivo a un provvedimento tanto atteso dalle moltissime coppie omossessuali che, anche se con notevole ritardo, si vedono riconoscere finalmente il diritto a esistere e ad avere un riconoscimento sociale, senza pregiudizi e nel rispetto dell’uguaglianza”.

[Foto: www.patrionato.acli.it]