Ragioneria dello Stato: Nel 2021 si andrà in pensione a 67 anni anche senza automatismo

Allarme della Ragioneria generale dello Stato. Nuove direttive per coloro che andranno in pensione nel 2021. L’età minima sarà a 67 anni.

Nuove direttive per coloro che andranno in pensione nel 2021 secondo quanto previsto dalle clausole di salvaguardia introdotte in base alle richieste della commissione e della Banca Centrale Europea.

In base a quanto stabilito si è accertato che eventuali differimenti o anticipazioni dell’età pensionabile determinerebbero un indebolimento del sistema pensionistico italiano che negli ultimi anni è diventato sempre più pesante e difficile da gestire.
L’alto debito pubblico italiano non permette di avere un sistema troppo lacunoso e con troppe pecche. La previsione dei requisiti minimi tra cui l’età è un elemento obiettivo per sostenere un buon livello di prestazione.
Questi nuovi problemi sono sorti soprattutto guardando le statistiche. Infatti nel Bel Paese vi è un processo di invecchiamento della popolazione tra i più elevati d’Europa. Per contenere tale impatto economico occorre adeguare in maniera precisa le finanze pubbliche. In questo ambito si è avuto un doppio binario di intervento. Il primo riguarda il calcolo contributivo mentre il secondo ha innalzato i requisiti minimi di età per raggiungere la tanto attesa pensione.
In questo modo si tenta di alleggerire tutto il sistema pensionistico e di renderlo più chiaro e meno esoso per le casse dello stato ma soprattutto per garantire anche un maggiore benessere e più certezze per coloro che si addentrano nel mondo del lavoro.
Oggi il sistema che è alla base del nostro ordinamento è tra i più complessi d’Europa e tante volte non è così chiaro.
L’esito della nuova riforma dipenderà molto anche dai prossimi dati Istat. Gli altri Paesi europei prevedono l’adeguamento delle pensioni nel 2030 per la Germania, 2022 per la Francia, 2028 per il Regno Unito.
Molti lavoratori in questo caso sono in subbuglio poiché l’età pensionabile andrebbe ad aumentare comportando numerosi svantaggi soprattutto per quanto riguarda numerosi lavori in cui sono richiesti maggiori sforzi e forma fisica. In questi giorni si tentano delle intese tra sindacati e lavoratori per cercare di trovare delle soluzioni ottimali per alleggerire il peso delle pensioni anticipati sul sistema economico.

[Fonte articolo: .tgcom24.mediaset.it]

[Foto: money.it]