Regno Unito: ‘Alabama rot’, il virus che uccide un cane in 4 giorni

Il virus colpisce i reni degli amici a quattro zampe e ne può provocare la morte in pochi giorni. La malattia attacca alcune razze canine

Il primo caso in Gran Bretagna su alcune razze canine risale al 2012. I sudditi di sua Maestà stanno affrontando “Alabama rot”, un terribile virus che è in grado di uccidere i cani in pochi giorni. Il batterio del virus colpisce alcune razze canine e provoca lesioni e ulcere cutanee, arrivando a mangiare la carne degli ospiti sui quali si annida.

Un qualcosa di veramente terribile. La malattia ha un tasso di mortalità pari al 90 per cento e colpisce per la maggiore Labrador e Cocker spaniel e può uccidere un cane in soli quattro giorni.

Non è stata ancora trovata una cura per l’Alabama rot. I giornali inglesi riportano che il virus avrebbe colpito negli ultimi mesi alcune dozzine di animali (circa una sessantina finora). I dati sono stati anche confermati dai servizi sanitari del Paese. Il virus non è nuovo alle cronache, anzi, si conosce da circa trent’anni. L’Alabama rot, infatti, fece la sua prima comparsa negli Stati Uniti, dove colpì nella maggior parte dei casi la razza dei levrieri. Purtroppo, ad oggi, non esiste ancora una cura.

Le raccomandazioni dei veterinari. Secondo i medici la prima cosa da fare è individuare l’eventuale presenza di lesioni sulla pelle dei cani. Nel caso fossero presenti, è importante recarsi subito da un veterinario per fare una prima visita, e accertare se si tratti di Alabama rot. I primi segni del virus sono proprio ulcere e lesioni che si trasformano velocemente in piaghe aperte. Effettuare subito una visita potrebbe aumentare le probabilità di salvezza del proprio cane.

(Immagini: www.essexchronicle.co.uk)