Sciopero mezzi pubblici Roma venerdì 4 dicembre 2015

L’agitazione è stata indetta da Cambia-Menti M410 e durerà circa quattro ore. Raggiunto invece l’accordo sindacale con Roma TPL che revoca così lo sciopero

Venerdì 4 dicembre sciopero trasporti pubblici a Roma. La capitale vivrà domani un’altra giornata di disagi a causa dell’agitazione indetta da Cambia-Menti M410. La durata dello sciopero è di quattro ore, dalle ore 8,30 alle 12,30, e a fermarsi saranno i dipendenti dell’ATAC. Il comunicato emesso dal sindacato, nell’affrontare le ragioni della protesta, parla dell’inaccoglimento delle diverse richieste fatte in tema di retribuzione e periodi di malattia o di assenza per altre cause. Ogni proposta in merito a quanto sopra non è mai stata accolta.

Percorsi interessati. Disagi, interruzioni e rallentamenti potrebbero esserci per quanto riguarda il servizio autobus, il servizio filobus, metropolitane e le linee ferroviarie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Nord. Probabile anche il non funzionamento di alcuni servizi quali scale mobili e ascensori nelle metropolitane, come riportato anche nell’avviso emesso dal sito web muoversiaroma.it: “Nelle stazioni metroferroviarie – si legge nell’avviso -, in caso di assenza del personale addetto, scale mobili e ascensori potrebbero fermarsi a prescindere dallo stop del servizio. Inoltre, in metropolitana, in caso di chiusura delle stazioni, al termine della protesta bisognerà attendere i tempi tecnici di riattivazione del servizio“. Lo sciopero non toccherà i servizi gestiti da Cotral e Ferrovie dello Stato (Fonte www.muoversiaroma.it).

Roma TPL revoca lo sciopero dopo la firma dell’accordo sindacale. Domani non avrà luogo invece l’agitazione di Roma Tpl che ha revocato lo sciopero dopo la firma dell’accordo sindacale con la prefettura. La Roma TPL si occupa delle linee periferiche della capitale. Per tenersi aggiornati sui trasporti locali della capitale e su eventuali modifiche dello sciopero previsto per venerdi 4 dicembre 2015 consultare i siti e gli uffici di informazione presenti sul territorio.

(Immagine: www.correttainformazione.it)