Tragedia a Milano: un altro ragazzo in gita all’Expo precipita dal sesto piano

L'allarme nelle prime ore del mattino dato dalla vigilanza. E' giallo sul nuovo caso che riporta alla memoria quello di Domenico Maurantonio

Una tragedia che si è ripetuta, dopo quella di Domenico Maurantonio, ancora senza un perché.

Un giovane, giunto ieri sera a Milano con la sua classe per visitare da oggi i padiglioni dell’Expo, ha perso la vita precipitando dalla finestra della sua stanza d’hotel – secondo le prime ricostruzioni, al sesto piano – dove alloggiava con altri tre compagni che, in base alle prime informazioni riportate, stavano dormendo quando è intervenuta la Polizia.

Lo studente deceduto aveva solo 17 anni ed era iscritto al liceo statale Enrico Fermi di Cecina, in provincia di Livorno. L’allarme sarebbe stato dato verso le 5 di questa mattina, da un addetto al servizio notturno di vigilanza ma anche l’immediato intervento dei soccorsi è stato inutile. Per ora è ancora tutta da chiarire la dinamica di quanto successo, non escludendo quindi al momento alcuna ipotesi nelle indagini in corso.

La struttura presso cui il ragazzo era arrivato con la sua classe, la Camplus Living Turro, è in zona Lambrate, ad Est della città ed è ora l’edificio presso cui gli agenti dalla Squadra Mobile di Milano stanno conducendo tutti i necessari sopralluoghi ed accertamenti.

Proprio a maggio, nel mese di apertura dell’Esposizione Internazionale, lo stesso tragico destino toccò a Domenico Maurantonio, un giovane studente di 19 anni, padovano, anch’egli in gita per l’evento milanese, un caso su cui si continua ad indagare ancora adesso, per cercare di chiarire i molti lati scuri della terribile vicenda, le dinamiche dell’incidente e stabilire eventuali responsabilità.

[foto: IlMessaggero]