Domani, 2 ottobre, sarà la festa dei nonni

La Festa dei Nonni festeggia i suoi sedici anni tra iniziative e importanti novità.

Istituita dal Parlamento italiano nel 2005, la Festa dei Nonni è divenuto uno degli appuntamenti più importanti dell’anno. Un’occasione per celebrare una figura che ha acquisito nel tempo un ruolo sempre più importante nell’ambito della famiglia, un evento dunque che ha altrettanto valore rispetto alla festa della mamma o a quella del papà.

Tantissime saranno le iniziative che domenica 2 ottobre daranno il via a questa sedicesima edizione della Festa dei Nonni. Ed è il comitato Unicef di Avellino a istituire la campagna “Nonni raccontateci una storia”: grazie all’ausilio dei tantissimi volontari coinvolti si potrà dar spazio a visite guidate, incontri e convegni che riguarderanno anche i bambini. Un modo per celebrare il valore della famiglia attraverso testimonianze, ricordi, pagine di diario, favole raccontate dai nonni e che i più piccoli potranno scoprire in questo evento celebrativo.

L’iniziativa dell’Unicef quest’anno avrà un testimonial d’eccezione: l’attore Lino Banfi. Il comico barese non solo è il nonno più amato d’Italia grazie alla seguitissima fiction Rai Un medico in famiglia, ma per l’occasione ha realizzato un divertente video-messaggio che sarà trasmesso il 2 ottobre. “Siamo davvero orgogliosi di poter ospitare insieme al comune”, ha spiegato Domenico Landi, Presidente della Consulta Anziani di Avellino, “questo momento di partecipazione e confronto anche generazionale”.

Ma per la Festa dei Nonni le novità saranno tantissime, come quelle che sta preparando il comune di Montepulciano presso la stupenda Sala Polivalenti. Oltre a vari spettacoli e ai giochi che allieteranno la serata, ai bambini sarà distribuito gratis lo zucchero filato con l’ausilio di carrette in stile sagra. Un retaggio dei tempi passati, certo, ma che ha sempre il suo fascino. Ma a Montepulciano il momento clou sarà l’arrivo di Renato Pozzetto, l’ospite d’onore della festa, che attraverso i suoi aneddoti impreziosirà sicuramente l’evento.

Spostandoci a Palermo le celebrazioni del 2 ottobre si svolgeranno nel Parco della Favorita, una vasta area immersa nel verde che metterà a disposizione dei cittadini il celebre Viale Diana con i suoi parchi e le sue strutture equestri. Tra le varie attività previste per la Festa dei Nonni, ci sarà spazio per i laboratori di ceramica, dove i più piccoli potranno apprezzare arti antiche e impararne il valore che queste hanno presso la società odierna.

Infine un altro dato importante da sottolineare è che la figura del nonno, negli ultimi anni, ha assunto un’enorme valenza di tipo sociale. E’ con le loro pensioni, infatti, che sostengono figli e nipoti che purtroppo non riescono ancora ad avere una stabilità economica. Proprio per questo domani 2 ottobre bisognerà celebrare i nostri nonni: perché non è solo attraverso la loro esperienza di vita che hanno tanto da insegnarci, ma sono ormai diventati elementi imprescindibili della famiglia italiana.
[Foto: maternita.it]