Esenzione Canone Rai 2016, solo una settimana di tempo: il modulo e le risposte utili

Dubbi e risposte chiare su come procedere per ottenere l'esenzione dal canone Rai Tv: ecco tutte le modalità e le scadenze da sapere.

Mancano solo un paio di mesi all’addebito del Canone Rai per l’anno 2016 sulla bolletta della corrente elettrica, prevista secondo una manovra del Governo, nonostante qualche vicissitudine. Ma per chi invece non ha apparecchi televisivi e può richiedere l’esenzione, ecco qualche risposta utile.


Entro quando?

Chi si trova nelle condizioni di poter dichiarare di non possedere alcun apparecchio televisivo, ha ancora solo 7 giorni per presentare tramite il relativo modulo la domanda di esenzione dalla tassa prevista di 100 euro per l’anno in corso (somma che, per chi possiede il televisore, sarà addebitata con la prima fattura a luglio e per il prossimo anno in dieci le rate mensili, da gennaio ad ottobre). Una nota congiunta di Rai e Agenzia delle entrate avvisa che chi vuole essere esentato dall’imposta dovrà presentare domanda entro il 16 maggio 2016.


Come?

1.   online, dal sito dell’Agenzia delle Entrate
2.   attraverso eventuali intermediari (ma con delega allegata del contribuente)
3.   via posta raccomandata, con allegata una fotocopia della carta di identità a: Agenzia delle Entrate, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello Abbonamenti TV  – Casella Postale 22 – 10121 Torino

L’autocertificazione permetterà di non ricevere automaticamente dalle imprese di fornitura di energia elettrica il bollettino di luglio con l’aggiunta del canone Rai.

Per quanto tempo vale?
Cosa da ricordare è che tale dichiarazione varrà però solo per l’anno in corso, quindi per il 2017 dovrà essere ricompilata e spedita (sempre entro il 31 gennaio) se anche per il prossimo anno si potrà dichiarare di non possedere alcun apparecchio TV.

E se si superano i termini per la presentazione della domanda?
Secondo le disposizioni dell’Agenzia dell’Entrate, in merito al canone TV, chi dovesse dichiarare di non avere televisori oltre il 16 maggio pagherà per quest’anno solo per il secondo trimestre 2016, poi per il prossimo anno – previa presentazione annuale della stessa consueta autocertificazione – non verrà addebitata alcuna somma.

Chi non deve presentare l’esenzione e non paga la tassa?
Beneficiari dell’esenzione sono gli over 75 e se con un reddito inferiore a 6.713,98 euro.