Governo: stop a bollette luce gratis a dipendenti e pensionati Enel

Il decreto taglia bollette in dirittura d’arrivo annuncia tagli a bollette luce gratis per stipendiati e pensionati Enel

Bollette luce gratis per tutta la vita. Un sogno per molti, consuetudine per alcuni. Esce in queste ore la notizia che i dipendenti e gli ex dipendenti Enel sono esonerati dal pagamento delle bollette.

L’esonero, per essere precisi, interessa tutti i dipendenti assunti fino a quindici anni fa (dopo è stato tolto) e tutti i pensionati. Il Governo con il cosiddetto “taglia bollette”, tra le altre intenzioni vuole abolire i privilegi di questi pochi fortunati. Entro il 20 giugno il Consiglio dei ministri dovrebbe approvare il decreto per ridurre del 10% il costo dell’elettricità alle piccole e medie imprese (pmi).

L’operazione, secondo quanto ha riportato il Fatto Quotidiano ha un costo compreso tra 1,9 e 2,9 miliardi di euro. Gli interventi che metterà in campo il governo saranno “mirati per l’industria e la competitività delle Pmi”. Sarà, ha spiegato il ministro Enrica Guidi “un pacchetto articolato che includerà misure a sostegno del rafforzamento patrimoniale delle imprese” e ne favorirà “la quotazione in Borsa”.

Verrà inoltre presentato poi, sempre entro il 20 giugno, anche “il piano di riduzione della bolletta energetica”, che dovrebbe ridurre del 10% il costo che sostengono le imprese. Buone nuove per le piccole e medie imprese dunque, doccia fredda per tutti quei dipendenti ed ex dipendenti delle società elettriche italiane che avevano il diritto a non pagare la bolletta della luce.

Con il decreto salva bollette il Governo comunica alle società che il privilegio è rimandato a nuovi finanziamenti. Con le nuove norme infatti le aziende che vorranno mantenere il privilegio potranno farlo, a patto che se lo finanzino da sole. Chissà chi lo farà.

[foto: formiche]