Bonus da 80 euro: un pasticcio incredibile, il governo Renzi lo rivuole indietro

A causa di un grossolano errore nei calcoli, 1 cittadino su 8 ha dovuto restituire il bonus integrativo di 80€ elargito dal governo

Un aiuto sbandierato ai quattro venti che, secondo le stime del governo, avrebbe dovuto aiutare molte famiglie a migliorare la qualità della propria vita. Così è stato presentato l‘assegno da 80€ che il primo ministro Matteo Renzi ha fortemente voluto.

Dei tanti che ne hanno potuto giovare, però, molti hanno dovuto restituirlo a causa un grossolano errore. A cadere in questo pasticcio sono state circa 1,4 milioni di persone, che hanno dovuto letteralmente restituire il tanto atteso bonus all’agenzia delle Entrate.

Riguardo a questa enorme beffa, sono stati in molti a lamentarsi pubblicamente: tra questi uno dei più agguerriti è stato Simone Baldelli, vicepresidente della Camera e deputato di Forza Italia, che proprio riguardo alla questione aveva chiesto, e ottenuto, due interrogazioni parlamentari.

Il politico ha deciso di condividere il proprio punto di vista anche via Facebook, definendo quanto accaduto come un “eclatante pasticcio combinato dal governo Renzi”. Baldelli ha inoltre aggiunto “Si tratta di un incredibile boomerang politico per un governo che, in modo borioso e spregiudicato, ha pensato di poter facilmente guadagnare consenso dando soldi con una mano per poi toglierli con l’altra”.

Il governo è stato pesantemente criticato anche dall’ala della Sinistra Italiana: Nicola Fantoni, deputato del partito, tramite il social network Facebook afferma “Il paradosso: la povertà come colpa, la mancanza di lavoro scaricata sulle persone. Non solo ti devi arrangiare fra voucher, contratti stagionali, precarietà e bassi salari, ma devi pure fare i conti con la stupidità di certe norme che trasformano diritti in privilegi per pochi. Poi ci chiediamo nei salotti tv perché la povertà continui ad aumentare. Vergogna”.

Come logico aspettarsi, anche Renato Brunetta ha deciso di dire la sua riguardo alla spinosa questione, descrivendola per quello che è: un incredibile pasticcio.

Insomma, una caduta di stile del genere sicuramente non farà di certo onore al governo. Ora non rimane che vedere cos’altro succederà.

[Foto: quifinanza.it]