0 Shares 58 Views
00:00:00
24 Nov

Contributo Inps: borse di studio valide per l’Estero

La Redazione
13 novembre 2017
58 Views
Contributo Inps: borse di studio valide per l'Estero

Un’iniziativa davvero interessante quella che l’Inps ha presentato in questi giorni e che riguarda solo i figli di pensionati e dipendenti pubblici. Stiamo parlando del Programma Itaca, un progetto che consentirà agli studenti delle scuole superiori di usufruire di una borsa di studio, e conseguente premio in denaro, da utilizzare all’Estero.

La domanda va presentata sul sito dell’Inps e può essere inoltrata a partire dall’8 novembre fino al 5 dicembre. ll bando si rivolge agli studenti che in questo periodo sono iscritti al secondo o al terzo anno di un istituto secondario superiore.

Sono 1.250 le borse di studio messe a disposizione per i fortunati vincitori di questo concorso. Il prossimo 10 gennaio del 2018 i nomi degli studenti che otterranno il contributo sarà reso noto sul sito dell’Inps. Il Programma Itaca prevede di fornire agli studenti delle cifre in denaro, che partono da un minimo di seimila euro a un massimo di quindicimila.

L’obiettivo principale di questo progetto riguarderà il percorso di studi dei nostri ragazzi, con la possibilità di trascorrere dai tre mesi a un anno in uno dei numerosi Paesi della Comunità Europea ma anche all’Estero. Gli studenti che usufruiranno del contributo Inps saranno selezionati in base alla loro media scolastica e alla situazione economica delle rispettive famiglie.

Il Programma Itaca vuole valorizzare il processo d’internazionalizzazione tra varie culture. Lo scopo principale di questa iniziativa è di consentire ad alcuni dei nostri studenti di confrontarsi con i ragazzi di altri Paesi, in modo da favorire interessanti scambi culturali.

I selezionati potranno inoltre scegliere la destinazione del loro viaggio studi e comunicare la scuola che intendono frequentare insieme alle materie da approfondire. L’iniziativa che sta portando avanti l’Inps si collega a quanto di buono sta facendo WEP (“World Education Program”), un’organizzazione che si è sviluppata in tutto il mondo con l’obiettivo di sviluppare il percorso formativo e multiculturale degli studenti.

Ed è proprio WEP a promuovere un’altra iniziativa sociale come il bonus di mille euro per gli alunni più meritevoli. Questo contributo, però, non fa parte del Programma Itaca, ma ha una sua funzione specifica che tende ad agevolare chi, durante l’anno scolastico, si è sforzato più degli altri.

Insomma, l’iniziativa avallata dall’Inps è uno spiraglio di luce per quelle famiglie che hanno problemi a mandare i loro figli all’Estero. Nonostante ciò non sono mancate le polemiche sul web: sono molti quelli che hanno espresso un parere negativo sul fatto che il Programma Itaca è rivolto solo ai figli di pensionati e dipendenti pubblici. Si è trattata di una scelta che non premia tutti e che lascia con l’amaro in bocca gli studenti che hanno i genitori disoccupati o che svolgono un altro impiego.

[Foto: www.studenti.it]

Vi consigliamo anche