Riforma pensioni Governo Renzi: 5 cose da sapere

Il nuovo anno si apre con l'attuazione di nuovi provvedimenti. Ecco 5 cose da sapere sul nuovo sistema pensionistico

Il 2016 si apre con la Legge di Stabilità, un pacchetto di misure che anche sul tema pensioni tocca alcuni tasti dolenti del momento. Così per il nuovo anno appena iniziato arrivano le prime, urgenti, soluzioni.

Se infatti il sistema pensionistico ha una lunga strada ancora in salita da percorrere tra riforme e modifiche alle manovre del passato – facendo in conti sempre con le risorse dallo Stato ancora disponibili –  si può sostanzialmente dire che le premesse dietro ad alcuni provvedimenti sembrano convincere almeno sulle brevi distanze.

Riepilogando, fra quanto previsto dalla Legge di Stabilità in corso di attuazione per il 2016, si prenderanno infatti alcune specifiche misure su:

1. Esodati – si attua la settima salvaguardia per 26.300 lavoratori che uscirebbero così dal limbo in cui la legge Fornero li aveva relegati dal 2011.

2. Opzione Donna –  è ampliata anche per le lavoratrici autonome e dipendenti (36mila donne in tutto) l’applicazione della manovra se ne hanno maturato i requisiti dopo il 31 novembre 2014 ed entro il 31 dicembre 2015. Sono incluse infatti nel provvedimento le ex-lavoratrici di 57 anni che vogliano andare in pensione anticipatamente con 35 anni di contributi.

3.  Part-time – chi vuole uscire dal mondo del lavoro a tre anni dalla normale scadenza (avendo maturato però i requisiti entro il dicembre 2018) può optare per un part-time nell’ultimo triennio di carriera e lavorare fino al 60% in meno rispetto al normale orario di lavoro, guadagnando la stessa busta paga e, in prospettiva, senza detrazioni sulla futura mensilità pensionistica.

4. No tax area – se i pensionati superano i 75 anni la soglia di reddito oltre la quale scatta l’esenzione dalle tasse è ora di 8 mila euro annui.

5.  Lavoratori esposti all’amianto – sono previste forme di tutela e benefici pensionistici per quanti hanno lavorato in impianti ormai chiusi nel settore della bonifica di amianto

[foto: leggioggi.it]