Riforma pensioni ultime notizie: cosa cambia a settembre

La nuova riforma delle pensioni introdurrà svariate novità: ecco cosa potrebbe cambiare a settembre

Il mondo del lavoro in Italia è perennemente in fibrillazione, da quando la crisi economica si è abbattuta sul nostro Paese. Con il susseguirsi dei governi, sono state molte le riforme fatte per dare respiro al mercato del lavoro, ma anche ai pensionati.

Anche il governo Renzi sta cercando di trovare una soluzione definitiva alla situazione di stallo e si attende che l’accordo tra governo e sindacati arrivi per il prossimo Settembre.

A breve cominceranno i negoziati e i temi portanti saranno: APE, lavoratori precari, ricongiunzioni e varie ed eventuali.

A tener banco ci sarà, come scontato, il ministro del lavoro Giuliano Poletti, che dovrà affrontare un faccia a faccia con Susanna Camusso (CGIL), Annamaria Furlan (CISL) e Carmelo Barbagallo (UIL). A fianco di Poletti, siederà anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Tommaso Nannicini, che nelle scorse settimane ha dichiarato di voler “trovare un quadro complessivo più o meno condiviso”.

Tra i temi più scottanti che verranno affrontati, c’è di certo quello dell’APE, ossia anticipo pensionistico, che permette ai lavoratori di andare in pensione con 3 anni di anticipo. Al lavoratore verrà dato un anticipo sulla pensione, che verrà poi restituito allo Stato in un arco temporale di 20 anni.

Verranno anche trattate situazioni particolari riguardanti i disoccupati di lunga durata, la possibilità di ricorrere all’APE per lavoratori precoci e per chiunque abbia avuto carriere discontinue o abbia fatto lavori usuranti.

Si sta altresì valutando di adeguare il sistema pensionistico con le aspettative di vita dei cittadini, così come di prorogare l’opzione donna.

Insomma, si prevede un’estate movimentata e ricca, con la speranza di riuscire, finalmente, a voltare definitivamente pagina, almeno per quanto riguarda le riforma delle pensioni.

[fonte articolo: leggioggi.it]

[foto: emmausonline.it]