Riforma pensioni, ultime notizie: l’APE favorisce solo le banche?

Il governo potrebbe dover affrontare non poche critiche per l'anticipo pensionistico che secondo molti favorisce solamente le banche

Non sembra proprio che in Italia si riesca a riformare il sistema pensionistico senza che nessuno rimanga, in un modo o nell’altro, scontento delle proposte del governo. Il presidente del consiglio Matteo Renzi, assieme al consiglio dei Ministri, ha lavorato a lungo su questa riforma, che sembra aver convinto addirittura buona parte del sindacato.

Ciò nonostante l’APE stenta a conquistare il benestare di buona parte del mondo della politica e del Codacons. Il Movimento 5 stelle e la Lega Nord non hanno proprio apprezzato quanto messo sul banco dal governo. Matteo Salvini, leader del secondo partito, commentando la riforma ha detto “Il governo discute del fatto che bisogna fare un mutuo per andare in pensione prima, a 64 anni. C’è da prendere i badili, non è una cosa normale. Nei paesi democratici il badile è la matita in cabina elettorale, ma nessuno si stupisca se poi qualcuno si inalbera”.

Salvini, per altro, fu già estremamente critico nei confronti della riforma Fornero, che contestò duramente già a suo tempo.

Eppure non sembra che le critiche del leader del Carroccio siano fini a sé stesse o legate solo a ragioni politiche: sulla stessa lunghezza d’onda c’è anche il Codacons. Secondo l’associazione, infatti, l’anticipo pensionistico proposto dal governo altro non sarebbe che l’ennesimo regalo fatto alle banche. Questo perché saranno proprio le banche a erogare i prestiti per i lavoratori. Stando alle stime del Codacons, afferma il presidente Carlo Rienzi, gli assegni previdenziali “potrebbero raggiungere il 20% sull’importo finale della pensione”.

Insomma, se da una parte è stato raggiunto un punto d’incontro con i sindacati, d’altra parte è innegabile che il governo incontrerà molti problemi a causa dell’ostruzionismo di buona parte dell’opposizione.

[fonte articolo: it.blastingnews.com]

[foto: infodifesa.it]