Treni: sciopero previsto per il 23 e il 24 Giugno. Partenze a rischio

Le giornate di giovedì 23 e venerdì 24 saranno di fuoco per chiunque debba viaggiare in treno: lo sciopero mette a rischio molte partenze

Trenitalia, Italo e Trenord sono le tre maggiori compagnie ferroviarie che ci siano in Italia. I dipendenti dei tre gruppi hanno indetto uno sciopero generale per le giornate del 23 e 24 Giugno. Lo stop comincerà alle ore 21 di giovedì e terminerà alle 21 di venerdì.

Le agitazioni da parte dei dipendenti delle ferrovie proseguono e questo sciopero arriva a un mese esatto dal precedente. Nonostante la notizia non sia ancora stata data per certa, sembra che le fasce di garanzia saranno comunque garantite, al fine di permettere ai passeggeri, soprattutto i pendolari, di non soffrire troppo il disagio che tale scioperò comporterà. Si attendono, comunque, ancora conferme ufficiali da parte delle aziende stesse.

La motivazione di questo sciopero, proclamato dalla Usb lavoro privato, è sempre la stessa: la legge Fornero e tutte le questioni ad essa legate, che ha causato, secondo gli organizzatori, un massacro “sulle inidoneità del personale legato all’esercizio ferroviario”. Gli organizzatori chiedono di “affrontare il problema di un orario di lavoro massacrante che sfinisce la vita di macchinisti, capistazione, manovratori, verificatori, addetti alle sale operative”.

Insomma, la situazione non è proprio delle più rosee per i lavoratori, che giustamente vogliono lottare affinché i propri diritti vengano riconosciuti sempre e comunque.

Di certo questo lungo sciopero di circa 24 ore, comunque, causerà non pochi problemi, problemi che si ripercuoteranno inevitabilmente anche sulla viabilità dei grandi centri abitati come Roma e Milano.

Per ora non resta che aspettare per sapere se almeno le fasce di garanzia saranno rispettate o se lo scioperò porterà a un blocco totale dell’intero sistema ferroviario italiano.

[fonte articolo: investireoggi.it]

[foto: ilfattoquotidiano.it]